Bonus energia da 300 euro contro il caro bollette: come ottenerlo

Il bonus energia da 300 euro riguarda i cittadini di una determinata area d’Italia che devono però rispettare alcune condizioni tassative

Nel pacchetto è compreso anche il mancato aumento sulle tasse regionali Irpef e Irap. Previsto anche un lieve sconto sulla tassa automobilistica.

Bonus energia da 300 euro
Fonte Adobe Stock

La situazione del caro bollette sta diventando insostenibile. Per questo diversi organi politici stanno prendendo dei provvedimenti per cercare di alleviare la situazione e ammortizzare in parte gli ingenti costi sostenuti dagli italiani in questo periodo.

Nel Lazio ad esempio è stato varato il bonus energia. Lo ha approvato il Consiglio regionale lo scorso 26 marzo attraverso la la proposta di legge “Misure per la riduzione della pressione fiscale e incremento del fondo speciale di parte corrente”. Grazie a questo è stato aumentato a 296 milioni di euro il “Fondo taglia tasse” per la riduzione strutturale della pressione fiscale.

Bonus energia da 300 euro: a chi spetta e cosa bisogna fare per averlo

Nello specifico prevede una detrazione di 300 euro per chi ha un reddito compreso tra i 35mila i 40 euro e nessun aumento sulle tasse regionali Irpef e Irap (per chi ha un reddito fino a 35mila euro e nuclei familiari con reddito fino a 50mila euro con 3 o più figli a carico).

Nel pacchetto è compreso anche lo sconto del 5% sulla tassa automobilistica regionale previsto dal 1 gennaio 2023. Dunque nel Lazio è stato mosso un passo importante volto ad aiutare in maniera concreta le famiglie in difficoltà per quanto concerne la fornitura dell’energia, ergo luce, acqua e gas.

Il provvedimento è arrivato a seguito dell’accordo firmato lo scorso dicembre tra la Regione e i sindacati. Tornando alle condizioni, si tratta di 300 euro che verranno detratti in busta paga dall’Irpef.

Non è necessaria nessuna richiesta per poter ottenere il beneficio. Si attiva in automatico e viene scalato dalla busta paga. Per quanto riguarda le imprese (o comunque buona parte di esse) è stata invece congelata l’applicazione della maggiorazione Irap.

Altro obiettivo del testo di legge è quello di rafforzare la candidatura di Roma a Expo 2030, partecipando in maniera attiva alla costruzione del comitato promotore. Ad affermarlo è stato il vicepresidente del Consiglio regionale Daniele Leodori.