Bancomat, cosa controllare sempre prima del prelievo: la verità che non ti aspetti

Attenzione, ecco cosa bisogna controllare sempre prima di effettuare un prelievo con il bancomat. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Onde evitare spiacevoli inconvenienti, è opportuno sempre fare questa cosa prima di prelevare soldi presso uno sportello ATM. Ecco di cosa si tratta.

prelievi bancomat controlli
Foto © AdobeStock

Bollette delle utenze domestiche, spesa settimanale, ma anche istruzione dei figli o semplicemente un caffè in compagnia di amici o colleghi. Sono davvero tante le volte in cui ci ritroviamo a dover sborsare del denaro. Allo stesso tempo diversi sono gli strumenti di pagamento a nostra disposizione, come ad esempio il bancomat. Proprio grazie a quest’ultimo, in effetti, abbiamo la possibilità di poter effettuare varie operazioni, come ad esempio pagamenti online o tramite Pos.

Ma non solo, recandosi presso uno sportello ATM, è sufficiente inserire la propria carta e digitare il relativo Pin per vedersi erogare il denaro contante di cui si necessita. Un’operazione, quest’ultima, di per sé semplice, a cui bisogna però prestare la massima attenzione. In particolare, prima di effettuare un prelievo con il bancomat, si invita a controllare sempre questa cosa. Ma di cosa si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Bancomat, attenzione, cosa controllare sempre prima del prelievo: tutto quello che c’è da sapere

Tra gli strumenti di pagamento più diffusi e apprezzati, abbiamo già visto come sia importante prestare la massima attenzione a questa data, in quanto a breve il vostro bancomat verrà disabilitato. Ebbene, sempre soffermandosi sul bancomat, si invita a prestare la massima attenzione quando si effettua un prelievo presso uno sportello ATM. Questo al fine di evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti.

In particolare a destare preoccupazione sono ovviamente i vari tentativi di truffa che vengono attuati da alcuni malintenzionati al fine di estorcere denaro al malcapitato di turno. Diversi le trappole messe in campo e proprio per questo motivo, come è facile intuire, si rivela fondamentale controllare, prima di fare un prelievo, che non vi siano manomissioni.

Entrando nei dettagli, ad esempio, si consiglia di controllare che non vi siano particolari oggetti tecnologici in prossimità della fessura attraverso cui inseriamo la carta o dove viene erogato il denaro. Tale strumento, infatti, potrebbe essere utilizzare per bloccare la carta in questione oppure i soldi. Il tutto facendo pensare che si tratti di un guasto della macchina, quando in realtà, purtroppo, si tratta di un tentativo di truffa.

Allo stesso tempo è bene verificare che non vi siano ad esempio dei dispositivi skimmer sopra la fessura del bancomat. Quest’ultimi, infatti, sono in grado di registrare i dati della carta stessa, consentendo al truffatore di agire poi indisturbato ed estorcere denaro al malcapitato di turno.

Ma non solo, in alcuni casi i truffatori possono inserire delle minuscole telecamere in prossimità della tastiera. Meglio quindi prestare sempre attenzione che non vi siano manomissioni allo sportello prima di effettuare un prelievo. Solo in questo modo, infatti, è possibile evitare di incorrere in spiacevoli sorprese.