Will Smith, da principe di Bel-Air all’Oscar: guadagni e patrimonio

Attore fra i più amati e pagati di Hollywood, Will Smith ha accumulato negli anni un patrimonio letteralmente da Oscar. Ma non manca la solidarietà.

 

La storia insegna che un Oscar non fa l’attore più pagato o più influente di Hollywood. Certo, sarebbe il sigillo a una carriera. Anche se, in diversi casi, attori pluripremiati hanno girato una quantità limitata di film.

Will Smith patrimonio
Foto © Facebook World Music Awards

L’esempio più lampante è quello del britannico Sir Daniel Day-Lewis, tre volte Miglior attore protagonista e non più di una ventina di film. Altro caso emblematico, ma alla rovescia, è quello di Johnny Depp, acclamato attore universale da decine e decine di pellicole in carriera, con ruoli iconici e talento smisurato. E un incredibile “zero” alla casella degli Oscar vinti, nonostante per Forbes sia stato anni fa l’attore più pagato del mondo. Del resto, anche un divo come Leonardo DiCaprio ha atteso a lungo prima di guadagnarsene uno, mentre altri, come l’attrice Lupita Nyong’o, hanno centrato il bersaglio alla prima grande pellicola. Will Smith sta nel mezzo. E anche se la serata degli Academy passerà alla storia per la sua discutibile sberla a un altrettanto discutibile Chris Rock piuttosto che per l’Oscar vinto, la statuetta è per lui la definitiva consacrazione.

L’inclusione definitiva di uno degli attori “più potenti” di Hollywood (parola di Newsweek) nell’Olimpo dei più grandi, è di fatto la sublimazione di un’ascesa partita dal basso. Da principe di Bel-Air nella storica sit-com degli anni Novanta, passando per film di grandissimo successo come Men in Black, Alì e La ricerca della felicità, fino all’alloro di Miglior attore, già sfiorato un paio di volte in carriera. La scalata completa è arrivata solo nel 2022, mentre fama e soldi sono giunti alle porte di casa Smith decisamente prima. La sua versatilità attoriale ha chiaramente influito nella sua carriera, concedendogli ruoli variegati e sotto la guida di importanti registi come Roland Emmerich, Ang Lee, Roberto Redford, Michael Mann e Gabriele Muccino.

Will Smith, guadagni da Oscar: qual è il suo patrimonio

Le classiche “mani bucate” di inizio carriera, da lui più volte ammesse nel corso delle interviste sul suo passato, hanno lasciato via via il posto a una gestione più oculata delle proprie risorse finanziarie. E dei guadagni sensibili che il cinema gli ha permesso di ottenere, di fatto maturando una consapevolezza maggiore della propria fortuna. Negli anni, Will Smith ha dedicato energie e risorse alla filantropia, prodigandosi per una raccolta fondi nel giorno del suo cinquantesimo compleanno o in gesti di solidarietà per le famiglie colpite dall’uragano Katrina. Dalla sua, Smith ha potuto contare su una carriera sostanzialmente stabile, senza flessioni o momenti di appannamento. In pratica, il suo patrimonio è cresciuto quasi costantemente tanto che, secondo People With Money, nel 2022 sarebbe l’attore più pagato del mondo. Ben 82 milioni di dollari fatturati.

E questi non sono che gli introiti annuali. Il patrimonio accumulato negli anni è decisamente più ingente, almeno fra 250 e 350 milioni di dollari. Cifra letteralmente da Oscar, frutto non solo del suo lavoro ma anche di una serie di investimenti ben mirati, fra marchi di profumi, linee di abbigliamento e una catena di ristoranti che porta il suo nome. Persino un alcolico (un marchio di Vodka per l’esattezza) rientra nel paniere.

Soldi che, al contempo, Will Smith ha reinvestito anche in opere di solidarietà. Nel 2010 partecipa alla realizzazione di una scuola, poi fonda l’associazione Will and Jada Smith Family Foundation, promotrice dello sviluppo urbano e progetti educativi. Del resto, ognuno col proprio denaro fa quel che vuole. Meglio, però, se si è consapevoli della propria fortuna, non dimenticandosi di dare uno sguardo anche a chi non gode della ribalta dei riflettori. Chissà che proprio fra quelle comunità urbane non possa nascondersi un futuro nuovo Will Smith.