Gratta e vinci, non giocate in questa tabaccheria: il perché è inquietante

Vi è una tabaccheria dove i clienti che acquistano Gratta e Vinci non vincono mai. Ma come è possibile? La verità che non ti aspetti

Tra i giochi più diffusi e apprezzati, occhio a dove acquistate i Gratta e Vinci in quanto la trappola è sempre dietro l’angolo.

gratta e vinci truffa tabaccheria
Foto © AdobeStock

Alimentazione, abbigliamento, tempo libero e chi più ne ha più ne metta. Sono davvero tante i costi con cui ci ritroviamo a dover fare i conti e che finiscono per avere un impatto non indifferente sul nostro bilancio. Proprio per questo motivo non stupisce che in tanti sperino di attingere a qualche fonte di entrata extra, magari tentando puntualmente la fortuna.

Diversi, d’altronde, sono i giochi disponibili in tale ambito, come ad esempio i Gratta e Vinci. Le probabilità di portarsi a casa delle cifre da capogiro, come noto, sono davvero molto basse. Se tutto questo non bastasse è stato scoperto che vi è una tabaccheria dove i clienti che acquistano Gratta e Vinci non vincono mai. Ma come è possibile? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Gratta e vinci, in questa tabaccheria non si vince mai: cosa è successo

Abbiamo già visto come in molti tentino di diventare milionari acquistando un pacco intero di Gratta e Vinci, mentre altri giocando solo ad un certo tipo di gioco, con la speranza di essere baciati dalla dea bendata. Le probabilità di portare a casa delle cifre da urlo, come già detto, sono davvero molto basse.

Se tutto questo non bastasse di recente è stato scoperto che vi è una tabaccheria dove i clienti che acquistano Gratta e Vinci non vincono mai. Ma come è possibile e soprattutto dove? Ebbene, in base a quanto scoperto dai carabinieri di San Zeno Naviglio, in provincia di Brescia, i dipendenti di un bar tabaccheria nel Bresciano davano ai clienti solamente tagliandi perdenti, tenendosi per loro quelli vincenti.

In basa alla ricostruzione dei fatti, i tre dipendenti riuscivano a riconoscere, attraverso metodi ancora ignoti, i gratta e vinci vincenti. A quel punto li rendevano riconoscibili attraverso dei “segni convenzionali“, in modo tale da metterli da parte.

Altri tagliandi, invece, sempre in base a quanto scoperto dai carabinieri, sarebbero stati “palesemente contraffatti mediante la sostituzione dell’intera matrice con quella di altri biglietti, già precedentemente venduti o usati”.

Gratta e vinci, in questa tabaccheria non si vince mai: denunciati i dipendenti

Una vicenda che non passa di certa inosservata e di cui si è venuti a conoscenza in seguito ad una perquisizione effettuata dalle forze dell’ordine. Il titolare a quanto pare sarebbe estraneo alla vicenda.

I dipendenti, due donne e un uomo, invece, sono stati denunciati con l’accusa di truffa in concorso, appropriazione indebita e frode nell’esercizio del commercio. Al momento deferiti in stato di libertà, tutto il materiale è stato posto sotto sequestro in modo tale da poter effettuare ulteriori indagini e scoprire come attuavano questa truffa.