Allarme, pane a fette ritirato dagli scaffali: cosa è stato trovato al suo interno

Sono stati di recente richiamati, in via precauzionale, alcuni lotti di pane a fette. Entriamo nei dettagli e vediamo di quali si tratta. 

Attenti ai richiami alimentari riguardanti alcuni lotti di pane a fette contaminati da ossido di etilene. Ecco dove.

pane a fette
Foto © AdobeStock

Tutte le volte in cui ci rechiamo presso uno dei tanti esercizi commerciali, la nostra attenzione ricade inevitabilmente su qualche prodotto. Diversi, d’altronde, sono i prodotti disponibili sugli scaffali e che sono venduti in confezioni di varie forme e dimensioni. Tra questi si annovera senz’ombra di dubbio il pane che non può di certo mancare sulle nostre tavole.

Alimento particolarmente apprezzato e utilizzato per la realizzazione di diverse ricette, sempre grazie al pane è possibile d’altronde dare un tocco in più a diverse pietanze. Allo stesso tempo, come sempre, si invita sempre a prestare la massima attenzione a tutto ciò che compriamo. A tal proposito, infatti, interesserà sapere che di recente sono stati richiamati alcuni lotti di pane a fette. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme dove sono stati effettuati tali richiami.

Pane a fette ritirato dagli scaffali: ecco tutto quello che c’è da sapere

Come già detto, tutte le volte in cui acquistiamo un prodotto alimentare è importante prestare la massima attenzione al fine di evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti.  In tale ambito, fortunatamente, giungono puntualmente in nostro aiuto il Ministero della Salute e i vari addetti ai lavori, che provvedono a segnalare tempestivamente eventuali anomalie e i conseguenti richiami.

Diversi, d’altronde, sono i prodotti ultimamente ritirati dagli scaffali. Tra questi si annoverano ben sette lotti di pane a fette. Una decisione, quest’ultima, che è stata presa in Francia.  In base a quanto si evince dal sito governativo francese Rappel Conso,  infatti, alcune catene di supermercati francesi hanno di recente  provveduto al richiamo, in via precauzionale, di alcuni di lotti di pane a fette in quanto risultano contaminati da ossido di etilene e pesticidi vari.

Entrando nei dettagli si tratta di prodotti che risultano distribuiti presso i supermercati Intermarché, Netto, Franpix e Monoprix. Soffermandosi sull’ossido di etilene, quest’ultimo è stato rinvenuto in particolar modo in ingredienti provenienti da paesi extra europei, come ad esempio il sesamo indiano.

Una situazione che non passa di certo inosservata, con la risposta delle catene di supermercati che non è tardata ad arrivare. I direttori della catena di supermercati Franprix, ad esempio, hanno subito sottolineato di non adottare alcun tipo di trattamento con ossido di etilene. Proprio quest’ultimo, in effetti, è stato recentemente motivo di diversi richiami. Meglio quindi prestare sempre attenzione ai vari avvisi, onde evitare spiacevoli inconvenienti.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base