Viaggi in Treno, le cose che non sai sul Reddito di Cittadinanza

Viaggi in Treno, ci sono delle condizioni particolari da rispettare per chi è beneficiario del Reddito di Cittadinanza? Ecco le novità

viaggi in treno

I Viaggi in treno rappresentano sicuramente un’alternativa Green all’uso dell’automobile. Che sia per recarsi al lavoro tutti i giorni, per andare in vacanza o per andare alla scoperta di luoghi incantevoli, è sempre piacevole sedersi comodi e godersi la tratta in tutta tranquillità.

Chi ha il Reddito di cittadinanza può doversi dunque spostare in treno, sia per motivi personali che per raggiungere il luogo di lavoro. Al beneficiario dell’Assegno infatti, non è assolutamente preclusa la possibilità di svolgere qualche lavoretto, magari temporaneo. Una delle novità però risiede nel poter accedere alla biglietteria con più facilità.

Tutte le cose che possono acquistare i beneficiari del Reddito di Cittadinanza

Per ottenere l’assegno di sostegno al nucleo familiare, è necessario rispondere a determinati requisiti e fare una precisa domanda all’INPS. Grazie al Decreto Legge 4/2019 a favore delle famiglie in difficoltà, infatti, viene erogato un aiuto economico per 18 mesi. La richiesta è rinnovabile presentando un nuovo ISEE e una nuova domanda. Il denaro, la cui cifra è variabile in base a determinati criteri, viene versata su una comoda PostePay. Il beneficiario può quindi utilizzare quei soldi per condurre una vita più dignitosa.

Per evitare un utilizzo improprio di questo sostegno, però, l’INPS ha emanato una serie di regole e di limiti. Ci sono alcune cose, infatti, che non possono essere acquistate con il Reddito di Cittadinanza. Le liste sono visionabili nel portale dell’INPS, ma c’è da dire che dall’introduzione della misura sono stati apportati dei cambiamenti.

Su alcuni tipi di spesa non vi sono dubbi riguardo all’attinenza con lo scopo del sostegno economico. Ma altre voci possono suscitare dubbi e perplessità. Ad esempio è ovvio che con l’RDC non si può acquistare un Rolex o una Pelliccia. Ma un biglietto del treno, ad esempio, è acquistabile con il Reddito di Cittadinanza? Andiamo a scoprirlo.

Viaggi in treno, quali vantaggi per i percettori del RDC

Il sussidio contempla tutta una serie di utilizzi del denaro concesso. Con il Reddito di Cittadinanza si può ovviamente andare al supermercato a fare la spesa, pagare le bollette e – quando la cifra lo consente – pagare l’affitto. È infatti concesso anche un bonifico verso il padrone di casa, ma solo una volta al mese e allo sportello.

Il beneficiario può altresì comprare un cellulare, un Pc o Tablet. Questo perché può servire a integrarsi meglio nella vita sociale, e cercare lavoro tramite la rete. Persino l’abbigliamento è acquistabile col reddito, purché in negozi considerati non di lusso. Di conseguenza, anche acquistare un biglietto per i viaggi in treno è consentito, per svariati motivi.

Chi percepisce l’assegno, infatti, potrebbe riversare in condizioni economiche insufficienti a comprare o mantenere un’automobile. Andare in treno in altre città significa poter partecipare a corsi formativi. Acquistare un biglietto non è espressamente citato nella lista dell’INPS dei beni acquistabili, ma non rientra nelle voci “vietate”. Dunque, chi prende l’RDC può sfruttare il sussidio anche per farsi un bel viaggio.