Legge 104, la super agevolazione per l’acquisto dell’auto: come funziona

Fra le spese detraibili per chi beneficia degli effetti della Legge 104, figura anche l’acquisto di un’auto con Iva agevolata. Bastano due documenti.

Disabili auto Legge 104
Foto © AdobeStock

I benefici e le agevolazioni per le persone più fragili sono fondamentali per cercare di offrire soluzioni di assistenza a delle condizioni di particolare difficoltà. La Legge 104 cerca di raggruppare al suo interno queste indicazioni, importantissime per l’ordinamento italiano, applicando forme di tutela e indennità a persone che soffrono condizioni di invalidità. Perlopiù, le agevolazioni vengono disposte in termini fiscali ma anche sul piano lavorativo e meramente assistenziale, sia per le spese economiche che per le prestazioni domestiche per chi patisce malattie più gravi. Un ampio raggio di agevolazioni che include l’accesso, in base alla percentuale di invalidità percepita, agli assegni mensili di riferimento.

Come detto, però, le agevolazioni si trasferiscono anche sul piano fiscale. E a poterne beneficiare non sono solo coloro ai quali l’invalidità è certificata ma anche al familiare che svolge la funzione di assistenza. Si va dalla detrazione del 19% per le spese sostenute per gli addetti all’assistenza a quella per i dispositivi medici. E anche alcune di altro tipo, utili per sostenere spese probabilmente definibili consuetudinarie ma che, in simili condizioni, diventano decisamente proibitive. La Legge 104, infatti, consente agevolazioni anche per l’acquisto di un’automobile.

Legge 104, i nodi sciolti dalla Cassazione: ecco chi ne ha davvero diritto

Legge 104, come acquistare un’auto con Iva agevolata

La detrazione sarebbe valida sia per le auto nuove che per quelle usate. Secondo quanto disposto dal ministro per le Disabilità il 18 gennaio scorso, ottenerla non sarà nemmeno così complicato. Basterà presentare un paio di documenti (peraltro senza verbale) per riuscire a completare l’acquisto della propria auto ottenendo un’Iva agevolata. Nello specifico, tale agevolazioni sarebbe concessa a tutti quei veicoli da destinare proprio al disabile oppure all’acquisto di accessori necessari per adeguare una vettura inizialmente non predisposta per la sua guida. Chiaramente, in questo caso la detrazione sarà concessa per i veicoli utilizzati prevalentemente o esclusivamente a beneficio della persona disabile. La detraibilità sarà ad appannaggio di quest’ultimo qualora sostenga la spesa. Altrimenti, sarà il familiare di cui è fiscalmente a carico a ottenerla.

Bollo auto, non solo Legge 104: quali sono le categorie esenti

Si tratta, come detto, di un’agevolazione riconosciuta dalla Legge 104 e che richiederà pochi documenti per l’attestazione. Per accedere al beneficio, infatti, non sarà più necessario presentare il certificato delle Commissioni mediche, utile per attestare le condizioni di invalidità, e nemmeno la copia del certificato rilasciato dopo la conferma o il conseguimento della patente di guida. A questo punto, basterà presentare solo la fotocopia della patente di guida (contenente però l’indicazione degli adattamenti prescritti dalle commissioni) e l’atto notorio che dimostri come, nei 4 anni precedenti, non si abbia beneficiato di un altro acquisto di auto con Iva agevolata. Una procedura semplice ma che potrebbe essere decisiva per molte persone.