Ticket sanitario, importanti novità in arrivo: c’è chi può sorridere davvero

Importanti novità per la riduzione o l’abolizione dei costi del ticket sanitario: col 2022 cambiano molte cose.

Farmaci (Pixabay)
Farmaci (Pixabay)

Per quanto riguarda alcuni farmaci di fascia A, esiste l’esenzione o la riduzione del ticket sanitario. I casi in cui se ne può avere una sono diversi e generalmente, riguardano la gravidanza; reddito ed età; invalidità o anche malattie rare o croniche.

Il tutto, potrebbe essere legato anche alla Legge 104, dove a breve arriverà un bonus da 1.000 euro. Ma torniamo alla gravidanza, come primo oggetto di un possibile taglio del ticket. Per le donne in attesa infatti, sono previste prestazioni specialistiche e diagnostiche, atte alla prevenzione della salute della donna e del bambino, che o fatte presso sedi sanitarie pubbliche, o strutture private accreditate, danno diritto alla riduzione o all’esenzione del pagamento. In questo particolare caso, vale per tutte, senza requisiti di reddito o età.

Detrazioni del 730: tutti i nuovi bonus del 2022, uno non lo avevate mai sentito

Riduzione del ticket sanitario: l’aggiornamento del 2022

Andiamo invece proprio a toccare il tema reddito ed età. Sono cinque, le fasce di soggetti che potrebbero azzerare i costi o ridurli, per il ticket sanitario, ovvero:

  • Soggetti con età inferiore a 6 anni superiore a 65 anni che appartengono ad un nucleo familiare con reddito entro i 36.151,98 euro annui, in cui è compreso anche il coniuge fiscalmente indipendente (codice E01);
  • Disoccupati, purché abbiano almeno una volta perso il lavoro e non che non abbiano mai lavorato, purché rientrino in un nucleo familiare con reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, o di 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (codice E02);
  • Soggetti di età 66 anni o età maggiore, appartenenti ad un reddito familiare annuale non superiore a 18.000 euro, esenzione ticket farmaceutica (codice E14);
  • Cittadini e loro familiari a carico con un reddito familiare annuale entro i 18.000 euro, esenzione ticket specialistica ambulatoriale limitatamente al solo ticket sanitario aggiuntivo, super-ticket, (codice E015);
  • Soggetti che beneficiano dell’assegno sociale (codice E03).

Tiroide, assegno fino a 525 euro per alcuni disturbi: quando l’INPS eroga l’accredito

Per quanto riguarda le malattie rare o croniche, c’è qualche novità. In precedenza, venivano già considerate meritevoli di riduzioni, le malattie che non trovano soluzione nel tempo come per esempio il diabete mellito, ipertensione ecc. Anche l’obesità e poi le oltre ottomila malattie, considerate rare dal Ministero della Salute. Dal 2022, entrano in questo giro anche gli esami citologici cervico-vaginali (PAP Test), ogni tre anni, a favore delle donne in età compresa tra 25 e 65 anni; poi le mammografie ogni due, per donne dai 45 ai 69 anni; i test anti-HIV e per le persone con età maggiore di 45 anni, le colonscopie ogni cinque anni.

Invalidità: se ne ha diritto da subito con questo messaggio dell’INPS. Gli invalidi civili, sono ritenuti esentati da ticket sanitario per determinate visite specialistiche legate alla loro invalidità o anche a tutte le visite sanitarie. C’è bisogno però per l’interessato, del riconoscimento del 67% della sua invalidità. Hanno diritto all’esenzione anche per i farmaci poi, tutti gli invalidi di guerra, le vittime di terrorismo e titolari di pensione diretta vitalizia.