In arrivo oltre 500 euro dall’Inail, con aumento a partire dal 2022, per l’assistenza di questi lavoratori. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Inail 500 euro
Foto © AdobeStock

Negli ultimi due anni, a causa del Covid, il governo ha deciso di adottare una serie di misure restrittive volte a contrastare la diffusione del virus. Una situazione particolarmente difficile, che ha avuto, e continua ad avere, un impatto negativo non solo dal punto di vista dei rapporti sociali, ma anche economici. Tanti imprenditori, purtroppo, hanno dovuto abbassare le serrande delle proprie attività, costringendo molte famiglie a dover fare i conti con delle minori entrate.

Riuscire a fronteggiare le varie spese risulta pertanto sempre più complicato. Proprio in tale ambito, pertanto, non può che essere accolta positivamente la notizia dell’arrivo di oltre 500 euro dall’Inail, con aumento a partire dal 2022, per l’assistenza di questi lavoratori. Ma chi ne ha diritto? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Inail, in arrivo oltre 500 euro per l’assistenza di questi lavoratori: tutto quello che c’è da sapere

In arrivo oltre 500 euro dall’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro per l’assistenza di questi lavoratori. Quest’ultimi, bisogna sapere, potranno beneficiare, a partire dal 2022, di un importante aumento. Si tratta in pratica dell‘assegno per assistenza personale continuativa. Quest’ultimo, interesserà sapere, viene erogato a favore dei lavoratori con una rendita per inabilità al 100% che necessitano di assistenza quotidiana.

Entrando nei dettagli bisogna sapere che si tratta di una misura analoga all’indennità di accompagnamento dell’invalidità civile erogata dall’Inps. Come è facile intuire, però, l’assegno erogato dall’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni è incompatibile con l’assegno di accompagnamento erogato dall’Istituto nazionale della previdenza sociale.

Inail, assegno per assistenza personale continuativa: chi ne ha diritto

Come già detto, tale assegno è destinato a tutti i lavoratori con una rendita per inabilità al 100% e menomazioni gravi. Ovvero circostanze che rendono difficile lo svolgimento delle attività quotidiane, tanto da rendere necessaria l’attività di assistenza da parte di un’altra persona. Proprio in tale ambito, pertanto, l’Inail provvede ad erogare un assegno mensile, che, è bene ricordare, viene sospeso in caso di ricovero.

Per quanto riguarda gli importi, invece, bisogna sapere che dal 1° luglio di ogni anno viene effettuata la rivalutazione della retribuzione di riferimento per la liquidazione delle rendite erogate dall’istituto. Tale rivalutazione viene effettuata facendo riferimento ai prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, così come resi noti dall’Istat.

Ebbene, grazie alla circolare n.36 del 14 dicembre, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro ha reso noti gli importi, con tanto di relativi aumenti. Quest’ultimi riguardano il settore agricolo, ma anche industriale, della navigazione e domestico.

LEGGI ANCHE >>> Green pass obbligatorio sul lavoro, occhio alle conseguenze sulla pensione: scenario da incubo

Entrando nei dettagli, quindi, bisogna sapere che l’indennità erogata per l’assistenza personale e continua, così come riportato da proiezionidiborsa.it, passerà da 547,75 euro a 574,58 euro. Gli importi in questione verranno pagati a partire da febbraio 2022, con i soggetti interessati che potranno, pertanto, beneficiare dei relativi aumenti. Ma non solo, se aventi diritto, si vedranno erogare anche gli arretrati.