Lavoro part time e Legge 104: è possibile chiedere i tre giorni di permesso?

I lavoratori part time che assistono un familiare con handicap possono utilizzare la Legge 104 per chiedere i tre giorni di permesso al mese previsti per i lavoratori full time?

Legge 104 permessi
Adobe Stock

In basa alla Legge 104, i lavoratori dipendenti che si occupano di una persona con disabilità possono fare richiesta all’INPS di tre giorni di permesso al mese. La domanda può essere inoltrata da tutti i soggetti che lavorano full time ma è necessario capire quali sono le direttive per chi ha un contratto di lavoro part time. L’orario ridotto prevede che in una settimana si svolgano in media 16 ore lavorative  – anche se in alcuni casi salgono a 20 se non 30. Il full time, invece, prevede minimo 40 ore alla settimana. Una differenza importante, dunque, che incide anche sulla fruizione dei permessi mensili legati alla Legge 104.

Lavoro Part Time e Legge 104, le direttive

La premessa da compiere prima di individuare le direttive sui permessi in caso di part-time vede distinguere diversi tipi di orario ridotto. Nello specifico, parliamo del lavoro orizzontale, verticale e misto. Il part time orizzontale prevede che il lavoratore svolga i propri compiti quotidianamente con orario ridotto. In questo caso spettano i tre giorni di permesso previsti dalla Legge 104 dato che il riferimento riguarda tre giorni lavorativi in cui si lavora meno ore.

Le cose cambiano nel momento in cui il contratto part time è di tipo verticale o misto. Il lavoratore lavora a piene ore ma solo per alcuni giorni alla settimana nel primo caso e ha un orario flessibile legato alle esigenze dell’azienda nel secondo caso. In entrambe le tipologie di contratto, i giorni di permesso dovranno essere riproporzionati solamente nel caso in cui l’orario ridotto risulti inferiore al 50%.

Leggi anche >>> Legge 104: agevolazioni straordinarie per chi assiste un familiare con queste patologie

Dettagli sui permessi del part time

Una possibilità legata ai permessi della Legge 104 fa riferimento al permesso di due ore giornaliere. Questo può essere richiesto unicamente dal disabile che utilizza la Legge 104 per se stesso. Le due ore sostituiscono i tre giorni di permesso mensili e possono essere richieste tutti i giorni.

Qualora sia un familiare che assiste una persona con handicap, l’unica possibilità per avere un permesso giornaliero è di richiedere i permessi frazionati a ore. Dato che tale opportunità non è esplicitamente prevista dalla normativa, spetterà al datore di lavoro accettare o meno la richiesta del lavoratore dipendente. Nell’ambito della Pubblica Amministrazione, invece, la possibilità di richiedere i permessi frazionati è legata al contratto collettivo di riferimento della categoria di appartenenza.