Superbonus 110%, non solo cattive notizie: uno spiraglio di luce c’è, attraverso gli infissi

Il Superbonus 110% subirà importanti cambiamenti ma la norma sugli infissi salverà la misura. Scopriamo le direttive del Governo in vista del nuovo anno.

Adobe Stock

Il Superbonus 110% è stato prorogato fino al 2023 ma il Governo ha attuato alcune modifiche alla misura che non  risultano particolarmente gradite ai contribuenti. Fortunatamente, è prevista l’introduzione di alcune norme che vengono incontro alle esigenze delle famiglie italiane. I temi caldi sono gli infissi, i pannelli solari e le colonnine di ricarica.

Norma salva infissi: i dettagli

Il pacchetto Superbonus includerà nel 2022 la norma Salva Infissi, un’agevolazione che consente di usufruire di una detrazione pari al 110% delle spese sostenute per sostituire i vecchi infissi. I lavori compresi nella misura riguardano la fornitura e l’installazione di finestre, persiane, scuri, infissi, vetrate e avvolgibili, porte e portoni a condizione che migliorino il rendimento energetico.

La norma verrà inserita come intervento trainato. Di conseguenza, per poter accedere alla misura occorrerà che i lavori di sostituzione degli infissi avvengano in contemporanea con minimo un intervento trainante come la sostituzione della caldaia oppure il cappotto termico. Solo nel caso di sostituzione dei serramenti si potrà usufruire della detrazione del 50% pur non effettuando lavori trainanti.

Pannelli solari e Superbonus 110%

Nell’ambito degli interventi da effettuare usufruendo dell’agevolazione al 110% è utile soffermarsi sul fotovoltaico. La proroga indetta al 31 giugno 2022 non permette il combaciare con il termine previsto per i lavori trainanti. Si attendono delucidazioni, dunque, dal Governo per spiegare i motivi di questa discrepanza. E’ una svista oppure un atto voluto? Per ora possiamo solo ricordare che l’acquisto dei pannelli solari comporterà una detrazione del 110% scegliendo tra lo sconto in fattura e il credito d’imposta.

Leggi anche >>> Superbonus 110% e Decreto anti-frode: problemi e novità del 2022

Colonnine di ricarica, opportunità nel 2022

Il Superbonus consente un risparmio per l’installazione di colonnine di ricarica in condominio per i veicoli elettrici. La detrazione è del 110% a condizione che gli interventi siano concomitanti con altri lavori trainanti previsti dalla misura. I massimali, poi, relativi all’installazione delle colonnine di ricarica sono di 2 mila euro per gli edifici unifamiliari o unità immobiliari indipendenti; di 1.500 euro per gli edifici plurifamiliari e per i condomini a condizione che si installino massimo otto colonnine e di 1.200 euro per edifici plurifamiliari e condomini che provvedono ad un’installazione superiore a otto colonnine.

Il limite è annuale, riferito ad ogni contribuente e l’installazione potrà avvenire sia sulle parti private che comuni del condominio.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base