Acqua minerale, effetto domino devastante: i prezzi si impennano

L’allarme arriva da Mineracqua. Gli aumenti dei costi di produzione (nella loro totalità) alzeranno il prezzo delle bottiglie d’acqua minerale.

Acqua minerale rialzo prezzi
Foto © AdobeStock

La rivoluzione in vista sul tema plastica potrebbe rivedere sensibilmente l’approccio a tutto ciò che fin qui abbiamo dato per scontato. Le bottiglie dell’acqua minerale sono fra queste, anche se abbiamo visto come i grandi marchi abbiano sperimentato nuovi sistemi e materiali di imbottigliamento. E soprattutto di riciclo. La questione, più che sul piano dello smaltimento, in questo senso andrà su quello dell’attenzione a una corretta differenziata. Ma c’è anche un altro motivo che spinge a tenere alta l’attenzione sull’acqua minerale. Anzi, in realtà si tratta di un vero e proprio allarme, lanciato dalla Federazione italiana delle industrie delle acque minerali naturali, meglio nota come Mineracqua.

Il problema è sempre il solito. Quello che sta attanagliando praticamente tutti i settori della vita quotidiana. I rincari naturalmente. Secondo Mineracqua, infatti, la direzione in cui si va starebbe portando i consumatori di fronte a una vera e propria stangata. La quale potrebbe, questa sì, spingere gli acquirenti a rivedere la loro concezione dell’acqua in bottiglia. La problematica sarebbe innanzitutto a monte, ovvero nei costi di produzione, salti di circa il 35-40%. Le ragioni sono diverse: aumento dei prezzi delle materie prime, difficoltà di approvvigionamento. Il resto è un effetto domino.

Acqua minerale, occhio al prezzo: cosa sta per cambiare

Una situazione preoccupante per tutti coloro che fanno quotidiano uso delle bottiglie d’acqua minerale. Per Mineracqua si tratta di un “forte squilibrio” fra domanda e offerta a livello mondiale. Il che, nel nostro Paese, si tradurrà in rincari sensibili sui prezzi e non solo del prodotto finito. Energia, trasporti, tutti i costi di produzione lieviteranno verso l’alto. Per questo sarà necessario tamponare le spese di confezionamento del prodotto con una salita dei prezzi delle bottiglie. E questo riguarderà praticamente tutte le marche, anche quelle tradizionalmente più convenienti. Magari perché appartenenti a marchi meno famosi.

LEGGI ANCHE >>> Quale acqua scegliere al supermercato? Il parametro per non sbagliare mai

Chiaro che si parla di pochi euro o pochi centesimi di scarto. Tuttavia, come in molti altri casi, tutto dipende anche dal consumo. E, soprattutto, da quanto rifornimento mensile si fa delle varie casse d’acqua. Quello che preoccupa è che praticamente nessun prodotto sta sfuggendo all’ascesa dei rincari, gli stessi che hanno colpito le bollette e altri beni di largo consumo. Mineracqua, da parte sua, chiede che “a partire dal prossimo anno il mercato consideri seriamente le nostre richieste di adeguamento dei prezzi, che sono comunque al di sotto dei reali incrementi di costo”. Lasciando però un buon segnale ai consumatori italiani, considerando che secondo la Federazione i prezzi del nostro Paese resteranno più competitivi rispetto a quelli del resto d’Europa. E’ già qualcosa.