Il Trentino è una regione che si distingue per qualità della vita, tutela dell’ambiente, bassa disoccupazione e pluralità delle offerte di lavoro. I dettagli

Lavorare in Trentino

Ogni anno moltissimi italiani considerano seriamente l’ipotesi di andare a vivere e lavorare all’estero, perché ritengono che altrove potranno avere maggiori opportunità occupazionali e un tenore di vita superiore a quello italiano. Ma vero è che, a guardarsi bene attorno, vi sono territori in Italia che offrono quanto serve per garantirsi un futuro professionale di tutto rispetto.

In quest’articolo vedremo perché lavorare in Trentino, una delle regioni settentrionali d’Italia, può riservare interessanti vantaggi. In questi territori troviamo un mix di natura, cultura e tradizioni nel bel mezzo delle Alpi italiane, tra le bellezze del lago di Garda e delle Dolomiti. Turisti italiani e non sanno bene che il Trentino possiede un patrimonio naturalistico di straordinaria bellezza, ma non soltanto quello.

Nella regione vi sono opportunità occupazionali degne di nota, e tutto questo senza dover ottenere i permessi o i visti che invece servono per trasferirsi in un paese extraeuropeo, in cerca di fortuna. Perché il Trentino è una regione da considerare con attenzione se si cerca un lavoro? Quali sono le concrete chance occupazionali da quelle parti? Quali le agevolazioni previste per chi sceglie questi luoghi per lavorare? Scopriamolo di seguito.

Perché decidere di andare a lavorare in Trentino

Se ci chiediamo quali sono alcuni dei tratti più significativi del Trentino e perché lavorare in Trentino è una opzione da valutare, ecco le risposte:

  • La qualità dell’aria è tra le migliori in Italia;
  • La regione è un’eccellenza nazionale nella gestione del ciclo dei rifiuti;
  • In Trentino vi sono alti livelli di mobilità sostenibile;
  • La percentuale di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili è tra le più alte nel paese.

La sostenibilità ambientale è un pilastro sul quale si fonda la strategia di sviluppo del territorio, che non può fare a meno di un uso consapevole delle risorse naturali e del rispetto dell’ambiente. E la popolazione del luogo è ben consapevole di quali siano i principi guida di questa interessante e ricca regione italiana.

Non deve sorprendere che il Trentino abbia scelto di indirizzare il potenziale di innovazione e ricerca del sistema locale, nella realizzazione di un distretto tecnologico capace di abbinare innovazione a sostenibilità. E ciò è chiaramente foriero di opportunità occupazionali.

Non solo. Alcune caratteristiche clou della Regione, tra cui la cultura energetica diffusa, l’attenzione alla sostenibilità e alla qualità della vita, rendono il luogo un innovativo laboratorio e sede di filiere specializzate e competitive nel campo delle “green techs”. Insomma, in una terra così dinamica e proiettata al nuovo, non possono mancare di certo le offerte di lavoro. Perciò chiedersi come e dove lavorare in Trentino, appare una domanda del tutto legittima.

Con elevati standard di sostenibilità, servizi di ottimo livello e condizioni ambientali più che accettabili, Trento è tra le città italiane nelle quali si vive meglio, sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista della complessiva qualità della vita. Ciò trova conferma nelle consuete classifiche annuali redatte da giornali di prestigio come Il Sole 24 Ore.

E si tratta di un benessere comprovato da un PIL pro capite tra i maggiori nel panorama nazionale e un tasso di disoccupazione tra i più bassi in Italia, pari a pochi punti percentuale.

Lavorare in Trentino: famiglia, sanità, welfare

Vivere e lavorare in Trentino è una opzione da prendere in considerazione non soltanto per far crescere la propria azienda o per svolgere un lavoro pienamente corrispondente alle proprie attitudini.

Infatti in questa regione, si può trovare quanto serve anche per il benessere della propria famiglia. D’altronde, lo abbiamo appena accennato: il Trentino è caratterizzato da alti standard di sostenibilità, servizi e ottime condizioni ambientali.

Da notare che nel 2011 è stata istituita l’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili, la quale ha il ruolo di coordinare tutte le politiche che favoriscono il welfare delle famiglie e dei giovani, dal sostegno alla natalità fino al passaggio alla maggiore età.

Con l’attivazione dei cosiddetti Distretti Famiglia, la Provincia di Trento ha scelto politiche e iniziative mirate al un sistema di welfare sempre più attento ai bisogni delle persone; alla qualificazione del territorio e del suo capitale sociale, all’innovazione delle culture amministrative e dei modelli organizzativi e alla crescita economica. Ecco perché vivere e lavorare in Trentino è un’opportunità da considerare, anche laddove ci si voglia trasferire con la propria famiglia.

Il sistema sanitario e socio-assistenziale trentino è un altro dei fiori all’occhiello dell’area, e non soltanto a livello italiano, ma anche europeo. Chi sceglie di lavorare in Trentino deve sapere che è una regione con una aspettativa media di vita tra le maggiori in Italia (circa 86 anni la media femminile e 82 anni quella maschile).

In particolare, la Provincia autonoma di Trento da anni investe nella ricerca in ambito medico e nella formazione continua del personale medico e paramedico. Per queste ragioni, pensare di andare a lavorare in Trentino come medico o infermiere rappresenta un’idea non azzardata. Il sistema sanitario è infatti efficiente, con 17 strutture ospedaliere tra pubbliche e private, 13 strutture socio-sanitarie accreditate e circa 538 mila assistiti.

Non solo. Dal 2014 è operativo anche il Centro di Prontonterapia, vale a dire una struttura specialistica, rivolta alla cura dei tumori con l’uso di una tecnologia sofisticata e innovativa.

Come accennato all’inizio, i punti a favore della regione non sono affatto pochi. Il Trentino unisce un welfare moderno e collaudato ad una efficiente rete scolastica; una bassa disoccupazione giovanile ad un sistema sanitario di grande livello. E la multiculturalità è garantita.

Oltre alle misure più convenzionali, inerenti pensioni, sanità, sostegno alle fasce più deboli della popolazione – in particolare gli anziani – e politiche della casa, il welfare trentino ha immesso misure innovative, specialmente in campo aziendale. E questo per chi intende vivere e lavorare in Trentino, è certamente un’ottima notizia.

In particolare, dal 2017, è operativa una rete di aziende per il welfare aziendale a favore di lavoratori, imprese e territorio. E’ denominata Welfare Trentino e garantisce ai dipendenti delle aziende aderenti, e alle loro famiglie, beni e servizi in educazione e istruzione, previdenza, salute e assistenza, mobilità, shopping, cultura e intrattenimento, sport e tempo libero.

I servizi offerti dall’Agenzia del Lavoro di Trento

Per chi intende cercare e trovare opportunità di crescita professionale in questa interessante regione, o vuole trovare un’occupazione in Trentino dopo un’importante esperienza a livello nazionale o internazionale, di riferimento sono i servizi dell’Agenzia del Lavoro di Trento (qui il sito web). Essa ha l’obiettivo di facilitare l’introduzione di personale qualificato nelle imprese del luogo, offrendo:

  • consulenza per il rilevamento e la gestione dei fabbisogni di occupazione e di formazione;
  • un servizio di matching tra domanda e offerta;
  • attività di preselezione;
  • promozione dell’impiego giovanile;
  • orientamento professionale (consulenza di orientamento, coaching, bilancio di competenza)
  • formazione (percorsi sulle competenze trasversali, professionalizzanti, corsi di italiano).

E’ da ribadire che il mercato del lavoro della regione Trentino è caratterizzato da un andamento positivo e dinamico, con varie opportunità occupazionali. Tantissime le realtà innovative che hanno già investito sul territorio e sono sempre alla ricerca di competenze specialistiche e professionalità.

A disposizione di imprese e cittadini vi sono dunque i servizi specialistici proposti dall’Agenzia del Lavoro. Si tratta di servizi ideati per favorire e velocizzare l’incontro tra domanda e offerta. Ne possono beneficiare i seguenti soggetti:

  • Lavoratori alla ricerca di opportunità di crescita;
  • Professionisti che hanno già maturato esperienza e che sono interessati al “rientro” in Trentino;
  • Imprese alla ricerca di personale qualificato.

L’Agenzia del Lavoro trentina è una struttura altamente specializzata e tutti i servizi offerti sono calibrati sulle specifiche dimensioni e richieste del mercato del lavoro locale.

Trentino: trasporti, tecnologia ed energie rinnovabili

Ciò che vale la pena sottolineare è che quella di lavorare in Trentino è un’idea da considerare da parte di un complesso eterogeneo di potenziali interessati. Ci riferiamo a:

  • Startup o semplici idee d’impresa;
  • Piccole e Medie Imprese;
  • Investitori privati:
  • professionisti in cerca di crescita.

Una rete di professionisti, che agiscono in sinergia con l’Agenzia del Lavoro territoriale, supporta tutto ciò che ruota attorno a un progetto imprenditoriale o professionale: dalle pratiche di soggiorno nella regione, a corsi di lingua ad hoc, alla ricerca di una nuova abitazione per chi si trasferisce in Trentino e di un lavoro per i familiari, all’individuazione di percorsi professionalizzanti.

Un altro elemento interessante, e che gioca grandemente a favore di questa regione, è rappresentato dal fatto che il Trentino è un territorio con un altissimo numero di startup innovative per società di capitale e quello che più investe in ricerca e sviluppo.

Inoltre, l’efficienza del sistema dei trasporti garantisce rapidi collegamenti. Autostrade, strade, ferrovie e servizi autobus assicurano il collegamento anche con i centri più piccoli. E questo sicuramente è un dato importante, specialmente per chi intende vivere e lavorare in Trentino, e deve dunque ambientarsi in nuovo territorio.

Dal punto di vista dell’evoluzione tecnologica, il Trentino non è di certo indietro rispetto alle altre regioni italiane. Si contano più di 1.800 chilometri di rete in fibra ottica, più di 90 punti di accesso, più di 600 sedi della Provincia di Trento servite direttamente in fibra ottica. Inoltre, la Provincia di Trento è la prima in Italia per livello di copertura della banda larga (fino a 20 Mbps) con il 100% di copertura lorda rispetto al 98,7% della media nazionale e il 99,6% di copertura netta rispetto al 97% della media nazionale.

Chi ha una laurea tecnica e vuole lavorare in Trentino nell’ambito dell’ambiente, apprezzerà il fatto che il Trentino sfrutta appieno le proprie fonti di energia rinnovabili, le quali hanno valori tre volte maggiori rispetto alla media nazionale. Nella regione sono molto importanti le fonti idroelettriche: basti pensare che la Provincia autonoma di Trento è dotata di decine e decine di impianti idroelettrici. Ma in questo territorio sono assai considerate anche l’energia solare e le fonti  a biomassa. Per quanto riguarda quest’ultima, l’energia rinnovabile ricavata da termo combustione e biogas è seconda solo a quella idroelettrica, in Trentino.

Lavorare in Trentino: le opportunità e i servizi per le imprese

Avviare o trasferire un’attività d’impresa in Trentino non è complicato. Nella regione sono attivi uffici e professionisti specializzati, che offrono un’assistenza a 360 gradi in tutte le fasi di costituzione o trasferimento dell’impresa. Ciò al fine di ultimare step fondamentali per l’insediamento e la crescita del proprio business tra cui:

  • individuazione delle aree e degli immobili;
  • ricerca di personale qualificato;
  • creazione di rapporti con gli enti;
  • accesso al credito.

Ci riferiamo in particolare ai servizi offerti da Invest in Trentino, un progetto di Trentino Sviluppo Spa.

Le opportunità per le imprese non mancano, perché il mercato del lavoro è vivo e dinamico e le imprese locali sono molto attive, ma non solo per questo. Infatti la Regione offre un serie di servizi personalizzati in grado di soddisfare ogni esigenza di chi intende vivere e lavorare in Trentino. Ciò certamente serve a poter avviare un percorso di insediamento e trovare le migliori soluzioni per la propria azienda e per le persone che fanno parte.

Un po’ più nel dettaglio, i servizi accennati comprendono ad esempio le seguenti attività:

  • Supporto nelle procedure amministrative di insediamento;
  • Servizi di comunicazione e promozione;
  • Collaborazione nella ricerca del personale necessario al progetto;
  • Assistenza nell’individuazione e selezione degli spazi industriali;
  • Supporto nella ricerca delle skills tecniche e scientifiche richieste dal progetto;
  • Supporto nella ricerca di capitale di investimento;
  • Formazione imprenditoriale e specialistica;
  • Facilitazione di accordi commerciali per sviluppo tecnologie e valorizzazione della ricerca;
  • Partecipazione a progetti nazionali ed europei anche in cordata con aziende del territorio;
  • Servizi di trasferimento tecnologico;
  • Servizi per l’internazionalizzazione: attivo uno sportello informativo e analisi di settore/mercato, ma anche percorsi strategici di internazionalizzazione, International Coaching, missioni esplorative e di scouting, networking internazionale.

Trentino: le opportunità di lavoro nel settore agricolo

Il Trentino, nonostante la sua conformità geomorfologica con la presenza di molte montagne, è un territorio che possiede una tradizione agricola di rilievo. Tanto che ne è nata una vocazione tecnologica e di ricerca.

Nella Regione vi sono oltre 130mila ettari di terra coltivata e molte migliaia di aziende agricole attive. L’elevato livello di competitività del Trentino si basa anche e soprattutto sull’efficienza delle attività e sulla preparazione di chi opera nel settore agricolo. D’altronde il livello di qualità e salubrità dei prodotti locali è ben noto anche fuori dall’Italia.

E lo attestano le tante denominazioni di origine protetta (tra cui mele, uva e piccoli frutti). Tra le produzioni tipiche tradizionali e di alta qualità vi sono, a titolo di esempio, salumi, formaggi, olio, vino e spumantistica. In questi settori, colui il quale ha una formazione professionale attinente, potrà sicuramente trovare opportunità di inserimento duraturo.

Ma in Trentino si sta facendo largo anche la cd. agritech, ossia l’agricoltura combinata con i principi di sostenibilità, di tutela ambiente e delle biodiversità. Anzi nella Regione esiste un vero e proprio sistema coordinato tra enti di rilievo internazionale quali la Fondazione Edmund Mach, Fondazione Bruno Kessler, COSBI, CNR-IBAF, Università di Trento. Si tratta di realtà che vanno considerate da chi intende vivere e lavorare in Trentino.

Trentino: le opportunità nel settore della meccatronica

Nella Regione, appare ricco di opportunità anche il settore della “meccatronica”, ossia l’area di attività che combina assieme le discipline della meccanica, idraulica, pneumatica, elettronica ed informatica per rendere migliore la funzionalità di un “sistema” tecnico produttivo. Anche qui sono tante le figure tecniche ricercate.

La meccatronica costituisce un ambito di attività strategico per la competitività del sistema manifatturiero dell’intero paese ed in particolar modo per quello trentino. La filiera meccanica-meccatronica territoriale utilizza oltre 800 imprese e 10.000 addetti sul territorio. Anzi, in Trentino si può trovare un polo tecnologico dedicato, a Rovereto. In esso troviamo il luogo fisico di collaborazione tra mondo delle imprese, della ricerca, dell’innovazione e della formazione.

Non solo. Per restare nell’ambito tecnico, va menzionata anche la presenza sul territorio di rilevanti realtà di ricerca che operano da molto tempo nel settore della sensoristica e dei microsistemi, sia a livello di modulo/sistema sia di singole componenti tecnologiche. Ad esempio, i dipartimenti di Fisica e di Ingegneria dell’Università di Trento, il Centro per i Materiali e i Microsistemi della Fondazione Bruno Kessler e la sezione di Trento dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Si tratta chiaramente di contesti nei quali chi ha una laurea tecnica, potrà avere opportunità di inserimento duraturo.

LEGGI ANCHE >>> Lavorare in Norvegia? La guida da non perdere per programmare il tuo trasferimento

Lavorare in Trentino: le opportunità nel settore energia e ambiente

Le imprese situate in Trentino sono molto attive anche nell’ambito energia e green tech. Non si può non menzionare Habitech – distretto tecnologico trentino attivo negli ambiti di edilizia, energia e mobilità, unendo oltre 8.000 addetti e 300 imprese. Dal punto di vista economico il comparto delle costruzioni e dell’energia è molto interessante sia in termini di ricavi, sia sul piano del numero di imprese.

Il Trentino è inoltre promotore di ARCA (Architettura Confort Ambiente), ossia il primo sistema di certificazione pensato e concretizzato esclusivamente per edifici con struttura in legno e che assicura sicurezza, efficienza energetica, confort e sostenibilità. Come si può notare, dunque, anche negli ambiti appena menzionati, chi intende vivere e lavorare in Trentino, potrà trovare più di una opportunità.

Concludendo, appare piuttosto chiaro che il mercato del lavoro di questa regione, appare vivo e dinamico. Lo abbiamo sottolineato più volte, ma sono i dati oggettivi che parlano chiaro. Non mancano le offerte nell’ambito turistico e ristorazione per chi ha appena ottenuto il diploma e vuole fare esperienza lavorativa, come non mancano le opportunità per chi è in possesso di una laurea tecnica. Il Trentino presenta diversi poli tecnologici degni di nota e conosciuti anche al di fuori dei nostri confini. Ecco perché, nonostante non sia una regione molto grande e sia caratterizzata da molte montagne, le offerte di lavoro sono costanti e aggiornate con elevata frequenza.

In un contesto come questo non ci si deve dunque stupire che non manchino possibilità di affermazione per gli imprenditori con un’attività già avviata, come per le startup. E anche chi intende trasferirsi con la propria famiglia, per vivere e lavorare in Trentino, deve ricordare che sono previste interessanti misure di supporto. Tutto ciò si inserisce in un circolo virtuoso, che include altresì qualità della vita e welfare di alto livello. A beneficiarne, i cittadini del luogo ma anche tutti coloro che scelgono il Trentino per la propria residenza e per il proprio lavoro.