C’è differenza tra Android e iOS per contattare l’Assistenza WhatsApp? Sì, ma il servizio è raggiungibile su diversi canali.

WhatsApp carta identità
Foto © AdobeStock

WhatsApp è una delle App di messaggistica istantanea più utilizzate; nonostante i molteplici cambiamenti, servizi aggiuntivi, trasformazioni di layout e passaggi di proprietà, molti utenti amano poter scambiare messaggi in tempo reale con i propri contatti. Ma talvolta possono insorgere dei problemi, sia relativi all’account che alla privacy, o per quanto riguarda appunto alcune funzionalità. In tal caso come si fa a ricevere assistenza? Ecco tutti i modi che l’App mette a disposizione dei suoi iscritti.

WhatsApp, un po’ di storia

Mentre utilizziamo decine di volte al giorno WhatsApp viene difficile immaginare che si tratta di un’applicazione entrata nelle nostre vite relativamente da poco tempo. WhatsApp nasce infatti ufficialmente nel 2009, dall’idea di due ex dipendenti di Yahoo, ovvero Brian Acton e Jan Koum. Inizialmente disponibile solo per i device Apple ha poi dato la possibilità anche a tutti i possessori di smartphone con il sistema Android di scaricarla e di cominciare a vivere un’esperienza di comunicazione incredibilmente innovativa, facile e soprattutto gratificante.

In men che non si dica, i “vetusti” (e costosi) SMS hanno visto la loro decadenza, sostituiti da un’applicazione che, seppur dietro un pagamento irrisorio e soppresso poco dopo, ha dato agli utenti di tutto il mondo un servizio eccellente e molto utile. Va ricordato infatti che fino al 2016 era previsto il pagamento di una quota una tantum di 0,89 cent per installare WhatsApp e usufruire dei servizi per 1 anno. Nel 2010 arriva la funzione di “Condivisione della Posizione” mentre per poter creare i gruppi (tanto amati e odiati al tempo stesso) bisognerà aspettare fino al 2011; idem per la condivisione di file multimediali (foto e brevi video); per quanto riguarda i messaggi vocali, invece, gli utenti dovranno aspettare fino al 2013.

L’acquisizione di Mark Zuckerberg nel 2014

L’anno della vera “rivoluzione”; però, è il 2014, quando Mark Zuckerberg acquisisce la società e la ingloba nella sua Facebook Inc. Altre trasformazioni sono seguite da quella data, alcune innovative altre meno apprezzate. E non sono mai mancate infatti, e non mancano tutt’ora, polemiche sulla privacy o sul fatto che l’applicazione è molto fragile in fatto di sicurezza; sono moltissimi i tentativi di phishing perpetrati attraverso il mezzo di messaggistica istantanea più utilizzato al mondo. Ma nonostante tutto questo, e una “eterna lotta al primato” combattuta con Telegram, WhatsApp vanta ad oggi 1 miliardo e 600 milioni di utenti attivi, dislocati in oltre 180 paesi del mondo.

Ma l’assistenza clienti funziona? in caso di problemi nell’utilizzo dell’app, come si fa a contattare il Customer Care? Vediamo quali sono i canali offerti da WhatsApp e come fare ad arrivarci.

Contattare WhatsApp con il cellulare (iOS e Android)

Se hai un cellulare Android puoi facilmente cercare aiuto in una sezione dedicata di WhatsApp, che si trova all’interno dell’applicazione stessa. Se la problematica non ti impedisce di aprire il tuo account, vai alla schermata iniziale (quella dove hai l’elenco delle chat) e cerca in alto a destra i tre puntini: cliccaci e si aprirà un menù a tendina; scegli “Impostazioni” e subito dopo “Aiuto”. Accederai così ad una serie di possibilità da sfruttare per ricevere assistenza. Da questa schermata infatti puoi navigare tra diversi tipi di soluzione: accedere alle FAQ oppure porre domande al team di assistenza: cliccando su questa opzione, puoi digitare un messaggio spiegando il problema e puoi completare la richiesta allegando degli screen – ad esempio che dimostrano problemi con le chat, le schermate dell’App eccetera – inviare il tutto e attendere una risposta, che arriverà tramite e-mail. Solitamente serve qualche giorno ma i tempi non sono molto lunghi.

Se hai un dispositivo iOS

In caso tu possieda un dispositivo iOS, invece, dovrai cliccare sull’icona Impostazioni che è contraddistinta dall’immagine di un ingranaggio; dopo di che sarai rimandato, come sopra, alle sezioni “Aiuto” e “Contattaci”. Rappresentazione layout a parte, la procedura è la medesima, infatti puoi inviare un breve messaggio di testo che spiega il problema ed eventualmente anche degli screen. E anche in questo caso, solitamente la risposta arriva via email in poco tempo.

Contattare WhatsApp con il computer

Per poter ricevere assistenza direttamente dal Pc è necessario aver scaricato la versione “Desktop” di WhatsApp, sia nel PC che sul Mac. Per accedere ai tuoi messaggi dovrai scansionare all’avvio il QR Code e verificare la tua identità di utente. Pur cambiando la grafica, la procedura per ricevere aiuto è la medesima: devi cliccare sui tre puntini (nel caso di un Pc con sistema operativo Windows) o sulla freccetta (per i Mac) e accedere alle Impostazioni, Aiuto e Contatto. Dopo aver allegato un messaggio ed eventuali prove fotografiche del problema, non resta che aspettare la risposta – che arriverà sempre tramite la email utilizzata in fase di registrazione – dallo staff di WhatsApp.

Le soluzioni sulle FAQ

Prima di contattare gli operatori dell’App, però, puoi provare ad utilizzare le risorse messe a disposizione degli utenti, ovvero le risposte alle domande più frequenti; sempre dalla schermata “Impostazioni”, puoi accedere in pochi clic alle FAQ e cercare una soluzione al tuo problema che magari è presente tra i topic pubblicati e sempre consultabili. Vi sono sezioni in cui puoi comprendere meglio come usare il tuo account – anche Business – gestire chiamate e/o videochiamate, pagamenti o impostazioni di sicurezza e Privacy, e persino effettuare una verifica del tuo status o impostare la verifica in due passaggi per assicurarti maggior protezione.

Il contatto email per assistenza WhatsApp

Ma se il tuo account è, ad esempio, temporaneamente bloccato o inaccessibile, o ti hanno rubato il cellulare, puoi comunque accedere all’Assistenza Clienti, tramite il Pc, un tablet o un altro cellulare. Ti sarà infatti sufficiente dirigerti alla pagina ufficiale dei contatti di WhatsApp e scegliere il tipo di supporto di cui hai bisogno. Da questa pagina infatti accedi alle medesime funzioni descritte poco sopra e dunque hai la possibilità di cercare tra le risposte alle domande più comuni, chiedere assistenza per un’utenza privata/business e scrivere una email allo staff di WhatsApp: per inviare un messaggio tramite posta elettronica, clicca sul tipo di aiuto di cui hai bisogno (es. Supporto WhatsApp Messenger) riempi i campi con i dati richiesti e ottieni una email a cui dovrai scrivere un messaggio. Anche in questo caso lo staff dell’App ti risponderà nel giro di poco tempo e sarà a tua disposizione per risolvere la problematica nel miglior modo possibile.

LEGGI ANCHE >>> Facebook, contattare l’assistenza è impossibile? No, un modo c’è

Utilizza i social

Non sei riuscito a trovare risposta o aiuto? Puoi provare ad utilizzare i canali Social; dirigiti alle pagine ufficiali di WhatsApp su Facebook oppure su Twitter e prova a inviare un messaggio. Anche in questo caso è molto probabile che tu riceva una risposta in poco tempo, o comunque le indicazioni su come richiedere e ricevere un’adeguata assistenza.