Quando andiamo al supermercato è meglio stare attenti, in quanto vi è una “trappola” che può indurci a spendere di più.

supermercato trappola novembre
Foto © AdobeStock

A partire dal cibo fino ad arrivare ai prodotti per la pulizia della casa, sono tante le cose da dover acquistare. Indispensabili per soddisfare le varie necessità della vita quotidiana, in effetti, sono tanti i prodotti di cui non si può fare a meno. Allo stesso tempo non si può negare come prima o poi capiti a tutti di uscire dal supermercato rendendosi conto di aver speso più del previsto.

Questo molto spesso avviene per via di alcuni trucchi studiati fin nei minimi particolari e che vengono adottati dagli stessi supermercati. In questo modo, infatti, riescono ad invogliare i clienti a comprare prodotti anche quando non risultino davvero necessari. Ne è un chiaro esempio un trucco utilizzato proprio in questo periodo e che rischia di far cadere molti nella trappola. Ecco di cosa si tratta.

Supermercato, in questo modo riescono a farci spendere di più: la verità che non ti aspetti

Spesso non ci facciamo caso, eppure bisogna ricordare che i supermercati utilizzano alcuni trucchetti per invogliare i propri clienti ad acquistare prodotti di cui in realtà non si ha bisogno. A tal fine vengono adottate delle strategie che ci spingono a spendere, inutilmente, i nostri soldi. Proprio nel periodo di novembre, in particolare, è bene prestare particolare attenzione.

Il motivo? Con l’avvicinarsi delle festività natalizie i supermercati iniziano ad allestire i vari spazi con scenografie a tema, con tanto di luci, alberi e prodotti tipici del periodo. Tutti elementi in grado di creare un’atmosfera di serenità e festa in grado di indurre i clienti in tentazione.

Nonostante sia ancora novembre, infatti, si finisce spesso per farsi attirare dai vari prodotti tipici di Natale, finendo per fare acquisti non programmati e che impattano inevitabilmente sul budget famigliare. Ne è un chiaro esempio il panettone che molti iniziano ad acquistare fin da adesso, arrivando a gennaio per avere delle vere e proprie scorte.

Oppure le luci di Natale e i vari addobbi per l’albero, che puntualmente compriamo, pur avendoli già presi gli anni precedenti. Ovviamente non si tratta di una vera e propria trappola da parte del supermercato, bensì, semplicemente della capacità di riuscire ad attirare l’interesse dei clienti.

LEGGI ANCHE >>> Riscaldare casa senza termosifoni risparmiando un bel po’ di soldi: ecco come fare

Sono poi quest’ultimi a decidere cosa comprare o meno.  A spingere a fare questi acquisti, infatti, non è l’effettivo bisogno, bensì la sfera emotiva. Uno stato d’animo che ci porta a farci coinvolgere dal clima natalizio e spendere di più del previsto.