Lo scorso anno, le ricariche del Reddito di Cittadinanza accelerarono a dicembre. Per il 2021, il calendario potrebbe seguire lo stesso criterio.

Reddito di cittadinanza Natale
Foto © AdobeStock

Non dovrebbero esserci sorprese a novembre. Il Reddito di Cittadinanza rispetterà al 90% le date che hanno fin qui accompagnato l’erogazione dello strumento di supporto al reddito familiare. Come sempre, l’unica distinzione in termini di date riguarderà coloro che percepiranno l’indennità per la prima volta e coloro che, invece, sono pronti a incassare le ricariche successive. Quindi, se le ricariche ordinarie rispetteranno il lasso di tempo fra il 27 e il 30 novembre, per quelle relative alle prime richieste si comincerà in anticipo. Perlomeno dalla data del 18 novembre. E questo riguarderà non solo il Reddito ma anche la Pensione di Cittadinanza.

Lo stesso accadrà per tutti coloro che hanno inoltrato richiesta di rinnovo entro il 31 agosto. Tutto secondo i piani dunque, a meno di sorprese dell’ultima ora. Le quali, a ogni modo, non dovrebbero esserci nemmeno in relazione alla ricarica di Natale, ovvero l’ultima del Reddito di Cittadinanza originario. Da gennaio, infatti, verrà istituita la nuova versione, con le novità introdotte in Manovra volte alla riduzione progressiva e, in ultimo, alla sospensione nel momento in cui verrà rifiutata una proposta lavorativa.

Reddito di Cittadinanza, a Natale arriva prima: le probabili date

Lo scorso anno, il Reddito di Cittadinanza brillò per il suo arrivo in anticipo sulla tabella di marcia. Non solo in virtù dell’anticipo consuetudinario relativo a chi presenta la domanda per ricevere la prima ricarica ma bruciando i tempi anche sulle ricariche ordinarie. La data limite era stata indicata nel 27 dicembre 2020 ma l’Inps era riuscito ad accelerare con le erogazioni avviandole fra il 22 e il 23 dicembre. Ovvero prima della Vigilia di Natale, data che aveva invece caratterizzato il 2019. Una scelta dettata, probabilmente, sia per fornire un aiuto sotto le spese, sia per non intasare la casella dei pagamenti nel periodo di festività.

LEGGI ANCHE >>> Reddito e Pensione di Cittadinanza, arrivano i soldi: le date di novembre

A dicembre 2021, il calendario seguirà probabilmente lo stesso criterio. Ovvero, le ricariche del Reddito di Cittadinanza potrebbero finire sui conti dei beneficiari prima di Natale. Una possibilità dettata anche dal fatto che i giorni immediatamente precedenti alle date del 24, 25 e del 26 coincideranno con la metà della settimana: 22 e 23 dicembre saranno, rispettivamente, mercoledì e giovedì. E’ probabile che le erogazioni del Reddito partano, come lo scorso anno, in coincidenza con tali date, anticipando di qualche giorno sulla tabella di marcia. E permettendo di passare il cenone della Vigilia con un po’ più di serenità. Staremo a vedere.