Tutto pronto per il pagamento delle pensioni: si comincerà il 25 ottobre e si chiuderà il 30. Per chi ritirerà tramite banca, gli accrediti scatteranno il 2 novembre.

Pagamento pensioni
Foto: Pixabay

Tutto come prima. Quindi come i mesi che hanno preceduto l’erogazione delle pensioni del mese in corso. I pagamenti, infatti, seguiranno i criteri utilizzati durante tutta la pandemia, predisponendo una calendarizzazione che anticipa alcuni saldi e ordina per iniziale del cognome tutti gli aventi diritto. E’ stata la Protezione Civile a diramare le date dei pagamenti anticipati che verranno effettuati dall’Inps relativi alle pensioni così come a tutti gli altri trattamenti previdenziali. Il piano è sempre lo stesso: limitare le code agli uffici postali e, di conseguenza, il rischio di contagio per le categorie più deboli.

Disposizioni adottate già ai tempi delle restrizioni più severe e che, per il momento, proseguiranno secondo tali criteri. Come previsto dall’ordinanza della Protezione Civile n. 787 del 23 agosto scorso, per il mese di novembre il pagamento delle pensioni inizierà il 25 ottobre (lunedì), per protrarsi fino a sabato 30. Restano fisse anche le modalità di riscossione, anch’esse pensate per limitare gli assembramenti presso gli sportelli della Posta.

Pensioni, il calendario dei pagamenti: si comincia il 25 ottobre

Saranno le Poste Italiane a dare conferma circa il calendario definitivo. Non dovrebbero comunque esserci sorprese: partenza lunedì 25 ottobre, con tutti gli aventi diritto con iniziale del cognome con lettera A o B. Si proseguirà martedì 26 ottobre con le lettere C e D, quindi E-K il 27, dalla L alla O il 28, dalla P alla R il 29 e, infine, dalla S alla Z per sabato 30 ottobre. Il prelievo tramite sportello ATM Postamat non terrà conto del calendario, se non per la data di debutto: a partire dal 25, infatti, tutti coloro che ritireranno la pensione secondo questa modalità potranno farlo in qualunque momento.

LEGGI ANCHE >>> Pensioni, tredicesima sotto l’Albero? A chi tocca il regalo di dicembre

Per poter procedere con il prelievo, requisito indispensabile sarà la titolarità della Carta Postamat, carta Libretto oppure PostePay Evolution. Si tratterà di un accredito immediato su carta o, in alternativa, su Libretto di Risparmio o Conto corrente BancoPosta. Ricordiamo che il pagamento anticipato varrà solo per chi ritira le pensioni alle Poste. Per coloro che procederanno tramite banca, l’accredito è previsto per martedì 2 novembre. Resta a disposizione anche il servizio di ritiro con delega ai Carabinieri, offerto ai beneficiari del trattamento con oltre 75 anni di età. I militari consegneranno l’importo direttamente a casa dell’intestatario delegante.