WeScount è un’App nata con la funzione di cashback che offre rimborsi sulla spesa. Vi spieghiamo come funziona, abbiamo raccolto le opinioni e le recensioni di chi l’ha provata.

Wescount logo

In tempi in cui sembra che tutti i prezzi vadano solamente al rialzo, si cercano i modi più disparati per risparmiare sulla spesa; tra offerte varie, 3×2 dei supermercati e buoni sconto, spunta anche una App che restituisce parte dei soldi spesi in prodotti alimentari e/o per la casa e la cura della persona. Ma funziona davvero o si tratta di uno specchietto per le allodole? Vediamo di capire meglio cos’è davvero WeScount.

Wescount ti premia con il Cashback: cos’è?

Forse molte persone hanno sentito parlare di Cashback solamente dopo che il Governo ha approvato una sorta di “concorso di Stato” per incentivare l’uso della moneta elettronica. Tra gli scopi della politica, oltre a quelli di premiare i cittadini, c’era e c’è soprattutto la volontà di combattere “il nero” e l’evasione fiscale. Indipendentemente dal successo o meno ottenuto da questo progetto, andiamo a capire che cos’è il cashback e come funziona.

Il cashback nasce in America come operazione di marketing. In Italia è in uso da poco tempo, e stenta un po’ a decollare. In pratica qualsiasi negozio, azienda o fornitore di servizi cerca di invogliare la clientela ad acquistare i prodotti in vendita rendendo indietro una parte dei soldi spesi. Ad esempio, se una lavatrice costa 100€ e il cashback previsto è del 4%, il cliente otterrà un rimborso pari a 4€. L’importo che verrà erogato secondo varie modalità. Per ottenere il denaro, infatti, è necessario creare un account sul sito del negozio che offre il servizio. Per per la maggior parte delle volte serve avere un conto PayPal, sul quale verranno accreditati appunto i soldi che spettano. Alcuni negozi offrono cashback in denaro vero versato sul sopra citato conto virtuale oppure su conto corrente bancario. Altri utilizzano buoni acquisto da spendere presso il medesimo esercizio oppure coupon spendibili su Amazon senza limitazioni di sorta. Il tutto può essere regolato a fine mese, dopo un tot di tempo oppure solo dopo aver raggiunto determinate soglie.

Bisogna essere un po’ pratici e masticare bene account, percentuali e conti virtuali, ma la cosa funziona e chi è abituato a fare molti acquisti in rete può trovarsi a fine mese con un bel gruzzoletto, che potrà usare in tutta libertà.

Il Cashback è cumulabile con altre promozioni?

Se si vuole risparmiare ancora di più, si può andare a caccia di offerte e coupon sconto, magari da cumulare con il cashback e fare ottimi affari nei negozi online. C’è da dire però, che non esiste una regola univoca in questo  senso. Ogni brand o fornitore di servizi decide in piena autonomia quali sconti e promozioni offrire di volta in volta ai propri clienti. Solitamente il cashback non viene attivato sui prodotti a saldo, ma non si sa mai. In rete tutto è possibile e vale la pena di cercare tra i negozi preferiti tutte le opzioni di risparmio possibili.

WeScount, un’App specializzata in cashback: come funziona

Tra i molti metodi per acchiappare clienti e utenti, compare anche una App, che garantisce il cashback sulla spesa, effettuata sia nei negozi fisici che online. WeScount permette  di accedere alla formula di rimborso se si acquistano determinati prodotti di marche note. Parliamo di prodotti alimentari ma anche per l’igiene personale, per la pulizia della casa e molto altro. Per cominciare ad usarla, ovviamente, bisogna scaricarla sul proprio cellulare: l’App è disponibile sia per dispositivi Android che iOS. Poi bisogna creare un account con nome e password. Dopo di che il funzionamento è semplice:

  • Ogni settimana si viene avvisati tramite notifica dei prodotti disponibili per il cashback; i prodotti variano di volta in volta, sono di marchi famosi facilmente reperibili presso tutti i negozi, i supermercati e gli e-store (la lista degli esercizi aderenti è molto ampia ed è visibile proprio tramite l’App)
  • Sono previsti anche concorsi a premi, quiz e punti bonus che fanno aumentare i benefit
  • Se si decide di acquistare i prodotti soggetti alla promozione, bisogna selezionarli uno ad uno e cliccare su “attiva l’offerta”
  • Si fa la spesa dove si preferisce acquistando i suddetti prodotti
  • Bisogna poi caricare lo scontrino sull’App, con la funzione fotocamera e passaggi facili
  • L’App elabora il tutto ed entro 5 giorni vengono versati i soldi che spettano direttamente sul conto corrente bancario

Sembra tutto molto chiaro, semplice e conveniente. Viene subito voglia di provare e di capire quanti soldi si possono guadagnare con questo sistema, semplicemente comprando prodotti che si utilizzano abitualmente. Ma è davvero così?

WeScount, cosa ne pensa la gente che l’ha provato: le recensioni

Come per qualsiasi cosa ormai, in rete è possibile trovare le opinioni e le recensioni di chi ha acquistato, provato, scaricato o usato un prodotto o un servizio, e WeScount non fa eccezione. Se prima di iniziare ad usare questa App non si è totalmente sicuri basterà dare una sbirciatina proprio a queste recensioni, così da farsi un’idea più precisa e verificare se ciò che promette questa applicazione è vero oppure no.

Direttamente su Play Store, sulla scheda dell’App compaiono i primi voti degli utenti. Qualcuno lamenta malfunzionamenti e bug, e c’è da capire se le problematiche siano soggettive o carenze del software stesso. Altri utenti denunciano la non corresponsione del denaro, o l’accredito avvenuto in tempi biblici. Anche qui bisognerebbe capire se c’è stato un errore da parte dell’utente nel comunicare i propri dati o se qualcosa nell’App non funziona per davvero. Altri user suggeriscono di ampliare la platea dei prodotti, che sembrano sempre i soliti e quindi dopo un po’ la gente smette ovviamente di comprarli. Un utente si lamenta del fatto che avendo acquistato 5 prodotti dello stesso tipo (es. 5 detersivo per piatti della solita marca) deve caricare lo scontrino per ben 5 volte. In effetti diventa un vero lavoro! Inoltre il limite è appunto di 5 pezzi per articolo in promozione, quindi non si possono fare scorte-famiglia, in pratica. Naturalmente ci sono anche molti giudizi positivi, e persone entusiaste che usano l’App regolarmente, si divertono con i giochi a quiz e hanno così accumulato dei bei soldini.

In conclusione, la cosa fondamentale è che questa applicazione non sia una truffa acchiappa-dati e che si possa usare in tutta sicurezza. I risultati e la soddisfazione sono soggettivi, e ovviamente non è che ci si possa arricchire con un’App installata sul telefonino. Vale la pena provare in fondo, e vedere cosa si riesce a ottenere. Se non si è soddisfa