Ottime notizie per molte famiglie che potranno beneficiare dell’arrivo di bonus spesa dal valore di 500 euro. Ecco cosa c’è da sapere in merito.

bonus spesa 500 euro
Foto © AdobeStock

Molte famiglie, a causa della crisi provocata dal Covid, si ritrovano a dover fare i conti con una difficile gestione delle finanze personali. Riuscire a far fronte alla varie spese risulta sempre più difficile e per questo motivo il governo ha deciso di adottare delle misure ad hoc, volte a fornire un aiuto alle categorie maggiormente colpite dalla situazione.

Proprio in questo ambito rientrano i bonus spesa, con molte famiglie che potranno beneficiare di aiuti economici fino a 500 euro per l’acquisto di beni di prima necessità. Ma come funziona e chi ne ha diritto? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Bonus Spesa da 500 euro in arrivo: chi ne ha diritto e come farne richiesta

Il governo Draghi ha approvato nel corso degli ultimi mesi alcune forme di aiuto economico come ad esempio i contributi introdotti con il Decreto Sostegni Bis. Tra queste agevolazioni si annoverano i bonus spesa fino a 500 euro, a favore delle famiglie maggiormente in difficoltà economica. Tale misura, infatti, è stata rinnovata per il 2021 con una dotazione finanziaria di 500 milioni di euro, ripartiti tra le autorità comunali.

Spetta quindi ai Comuni attivare nuove iniziative di solidarietà a favore delle famiglie per l’acquisto di generi alimentari. L’importo, infatti, cambia in base alla città di riferimento, così come le modalità e tempistiche di richiesta. Al fine di poter beneficiare di tale misura, infatti, è necessario che i soggetti richiedenti versino in cattive condizioni economiche, così come è possibile evincere dalle relative dichiarazioni Isee. L’elenco dei beni acquistabili, invece, è uguale per tutti, in quanto si possono acquistare solo determinati tipi di prodotti.

Si tratta dei cosiddetti generi di prima necessità, gli alimenti, le medicine e alcuni prodotti per l’infanzia e la cura del corpo, ovvero i prodotti necessaria alla vita quotidiana. Come già detto i requisiti differiscono a seconda del Comune di appartenenza e per questo, al fine di poter beneficiare di tale forma di aiuto, si consiglia di controllare i bandi delle singole amministrazioni comunali. Sono infatti i Comuni a stabilire quando vengono erogati tali bonus, importi e requisiti.

Buoni spesa, alcune città dove è possibile farne richiesta

Entrando nei dettagli, interesserà sapere che i bonus spesa sono già disponibili presso alcune città. Tra queste si annoverano:

  • Bologna.  Attraverso un messaggio dello scorso 15 settembre, il Comune di Bologna ha fatto sapere che i bonus spesa 2021 sono di nuovo attivi. Per presentare domanda bisogna fissare un appuntamento presso l’ufficio comunale. Ne hanno diritto i soggetti che presentano conti correnti o libretti postali con depositi che non eccedono i 10 mila euro. Per quanto riguarda gli importi, inoltre, sono pari a:
    • 150 euro per una sola persona;
    • 250 euro per 2 persone;
    • 350 euro per nuclei da 3 persone;
    • 400, 500 e 600 euro per nuclei famigliari composti rispettivamente da 4, 5, 6 o più persone.
  • Torino. Anche il capoluogo piemontese ha deciso di approvare l’erogazione di buoni spesa a favore dei propri abitanti. In questo caso c’è tempo fino al 26 ottobre 2021 per presentare l’apposita domanda. Ne hanno diritto i soggetti con un ISEE ordinario o corrente non superiore a 15 mila euro all’anno. L’importo va da un minimo di 120 euro ad un massimo di 360 euro così distribuiti:
    • 120 euro per una o 2 persone;
    • 240 euro  per 3 o 4 persone;
    • 360 euro per 5 o più persone.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass obbligatorio, nuova stretta: quanto costa fare i tamponi per andare a lavoro

Per quanto concerne altre città, come Bari, Napoli, Roma e Milano, invece, al momento non è possibile richiedere i bonus spesa, in quanto i bandi risultano chiusi.