Ben 500 richieste in una sola settimana. La videocall dell’AeR consente di svolgere comodamente da casa quei servizi per i quali finora ci si metteva in coda.

Videocall Agenzia delle Entrate
Foto © AdobeStock

Implementare i servizi online è ormai prerogativa di qualsiasi ente. L’Agenzia delle Entrate non si è tirata indietro in questo senso, cavalcando la digitalizzazione dei tempi pandemici cercando di snellire tempi e modi di interazione con il cittadino. Lo “Sportello online”, il nuovo servizio dell’ente, ha fatto centro in pochissimo tempo. La videocall messa a disposizione degli utenti ha infatti riscontrato un grande successo, consentendo circa 500 appuntamenti in videochiamata in appena una settimana. Ovvero, una copertura dell’80% rispetto agli appuntamenti disponibili.

Un dato che la dice lunga rispetto alla necessità degli utenti stessi di fruire di un servizio più snello e, soprattutto, eseguibile anche online. Attraverso lo sportello online, l’utente può beneficiare di assistenza rapida e de visu sulle proprie pratiche, dalla rateizzazione delle cartelle esattoriali alle scadenze, passando anche per le informazioni relative alla ripresa dell’attività della Riscossione. Di fatto, un’assistenza che in passato sarebbe stata fornita allo sportello, viene ora svolta in videocall.

Videocall, il nuovo servizio dell’Agenzia delle Entrate: come funziona

Decisamente più comodo. L’interazione con il funzionario dell’ente potrà avvenire direttamente sul video, anche su dispositivi quali smartphone, tablet e, naturalmente, pc. Informazioni, assistenza di qualunque tipo, guida attraverso le postille delle cartelle esattoriali: la videocall fornisce un servizio a tutto tondo, con il grande vantaggio di poter fare tutto da casa, senza lo stress delle code né del traffico. Anche la richiesta può avvenire in modo semplice: basterà prenotarsi attraverso il sito internet dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, accedendo alla pagina “Trova lo sportello e prenota”. Fondamentale ricordarsi di cliccare su “A distanza”, così da far capire che si sta richiedendo l’assistenza via web.

LEGGI ANCHE >>> Tfr e Tfs, calcolo rapido e gratis: come funziona il nuovo servizio Inps

Fatta la prenotazione, sarà l’ente stesso a comunicare al richiedente i dettagli dell’operazione. Tramite mail, questi riceverà un riepilogo delle informazioni utili, incluso l’orario e il giorno della videocall. Quando arriverà il momento, basterà accedere all’area riservata del sito (requisito di cui si dovrà dunque essere in possesso prima della richiesta di contatto), per poi cliccare sul pulsante “Consulta la tua agenda appuntamenti”. Da quel momento, il tutto funzionerà come una qualsiasi videoconferenza su Zoom o altre piattaforme simili. Occhio all’ora: il massimo ritardo tollerato sarà di 10 minuti.