Buone notizie per molti proprietari di casa che potranno beneficiare del rimborso dell’Imu 2021. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo chi ne ha diritto.

Imu rimborso
Foto © AdobeStock

L’ultimo anno e mezzo ha visto le nostre vite cambiare a causa del Covid che ha portato con sé delle ripercussioni negative sia dal punto di vista sociale che economico. Al fine di limitarne la diffusione, infatti, ci viene chiesto di stare attenti a vari accorgimenti. A peggiorare la situazione, poi, il fatto che molti imprenditori abbiano dovuto abbassare le saracinesche delle proprie attività, costringendo molte famiglie a dover fare i conti con delle minori entrate.

Riuscire a far fronte alle varie spese risulta sempre più complicato. Proprio per questo motivo si rivela necessario l’intervento del governo attraverso misure mirate, a sostegno delle categorie maggiormente colpite dalla situazione. Tra queste si annoverano anche molti proprietari d’immobili, che possono beneficiare in determinati casi del rimborso dell’Imu. Ma chi ne ha diritto? Entriamo nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Imu 2021, ottenere il rimborso è possibile: chi ne ha diritto

Con il Decreto Sostegni Bis l’esecutivo ha deciso di introdurre una serie di misure, volte a offrire un aiuto alle categorie maggiormente colpite dalla situazione. In particolare ricordiamo che è stato deciso di esonerare dal pagamento dell’Imu i proprietari che non possono disporre del proprio immobile per via del blocco degli sfratti.

I soggetti in questione, però, hanno già dovuto pagare l’acconto per il 2021 entro lo scorso 16 giugno. Proprio per questo motivo avranno diritto al relativo rimborso. A tal fine sono stati stanziati circa 100 milioni di euro, con il ministero dell’Economia che ha di recente firmato il relativo decreto attuativo, in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Sono tantissimi i proprietari di casa che avranno diritto a tale rimborso. In base ai dati riportato da Il Sole 24 Ore, infatti, solo sugli sfratti per morosità, quelli sospesi nel biennio 2020-2021 sembra siano almeno 120 mila. Ad avere diritto a tale rimborso, come già detto, sono i proprietari d’immobili concessi in affitto e che abbiano ottenuto l’emissione di un provvedimento di sfratto per morosità entro il 28 febbraio 2020, in caso di esecuzione sospesa fino al 30 giugno 2021.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass obbligatorio, nuova stretta: quanto costa fare i tamponi per andare a lavoro

Possono beneficiare, allo stesso tempo, di tale misura anche i proprietari d’immobili oggetto di sfratto dopo il 28 febbraio 2020, in caso di sospensione delle procedure esecutive fino al 30 settembre o il 31 dicembre 2021. Coloro che richiederanno il rimborso per il pagamento della prima rata dell’Imposta Municipale Propria 2021, inoltre, dovranno presentare la dichiarazione IMU entro la scadenza del 30 giugno 2022.