Buone notizie per protestati e cattivi pagatori che possono ottenere un prestito senza cessione del quinto. Ecco cosa c’è da sapere in merito.

prestito senza cessione del quinto
Foto © AdobeStock

Tanti imprenditori, a causa del Covid, hanno dovuto abbassare le serrande delle proprie attività, con sempre più famiglie alle prese con delle minori entrate. Far fronte alle varie spese può risultare particolarmente complicato. Se tutto questo non bastasse, vi sono vari costi, come quelli per la casa o il cibo, che non possono essere rimandati. A prescindere che si tratti di uno sfizio, piuttosto che di una necessità, d’altronde, ogni prodotto che acquistiamo comporta inevitabilmente un esborso di tipo economico.

Da qui la decisione di molti di ricorrere a dei prestiti in modo tale da avere a disposizione una certa liquidità, grazie alla quale riuscire a fronteggiare piccole spese. Allo stesso tempo, in caso di cattivi pagatori e protestati, ottenere un finanziamento può risultare particolarmente complicato. Proprio in questo ambito interesserà sapere che anche quest’ultimi possono ottenere un prestito senza cessione del quinto. Ma come è possibile? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Protestati e cattivi pagatori, ottenere un prestito senza cessione del quinto è possibile: cosa c’è da sapere

Come vi avevamo accennato qualche tempo fa, è bene stare attenti alle ricerche su internet e alla propria cronologia di navigazione, in quanto potrebbero mettere a rischio l’acceso al credito. Allo stesso tempo, in caso di cattivi pagatori e protestati, ottenere un prestito può risultare particolarmente complicato. A differenza di quanto si possa pensare, però, anche quest’ultimi possono ottenere un prestito senza cessione del quinto. Ma come è possibile?

Ebbene, in questo caso la soluzione giusta può essere quella di ricorrere a dei prestiti tra privati oppure cambializzati. A proposito di quest’ultimi, si presentano come una particolare forma di credito a cui possono accedere tutti, in quanto non sono richieste particolari garanzie. La cambiale, d’altronde, si rivela essere un titolo di credito esecutivo e per questo rappresenta di per sé una forma d garanzia per la banca.

Allo stesso tempo non tutti gli istituti mettono a disposizione dei clienti questo tipo di prodotto finanziario, con molte banche che potrebbero comunque richiedere ulteriori forme di garanzia, come ad esempio una fideiussione o l’avvallo. In alternativa, come già detto, è possibile ricorrere ad un prestito tra privati. In particolare bisogna sapere che esistono delle piattaforme di social lending che offrono la possibilità di stipulare accordi tra privati autorizzati dalla Banca d’Italia.

LEGGI ANCHE >>> Finanziamenti, occhio al pignoramento: la verità che non ti aspetti

La richiesta del prestito può essere fatta direttamente dalla piattaforma, con i finanziamenti che differiscono a seconda delle disponibilità economiche degli investitori privati che decidono di mettere a disposizione il proprio denaro. Ottenere un prestito senza cessione del quinto, quindi, è possibile. Non bisogna fare altro che scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze e il gioco è fatto.