Utilizzare la carta d’identità elettronica al posto dello Spid è possibile. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

carta identità elettronica_
Foto © AdobeStock

Lo Spid, ovvero Sistema Pubblico di Identità Digitale, si presenta come la chiave d’accesso a tutte quelle piattaforme di servizio pubblico, per la gestione e la fornitura di servizi. Grazie a tale strumento, infatti, è possibile accedere in modo facile e veloce a qualsiasi ufficio online della pubblica amministrazione e non solo.

Se tutto questo non bastasse, proprio lo Spid darà il via a una vera e propria rivoluzione che porterà in molti a dover cambiare alcune loro abitudini. A partire da oggi, venerdì 1° ottobre, infatti, lo Spid è obbligatorio per accedere a vari servizi online della pubblica amministrazione. Allo stesso tempo è bene sapere che in alternativa è possibile utilizzare la Carta d’Identità Elettronica. Ma come funziona? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

Carta d’Identità Elettronica, utilizzarla al posto dello Spid è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto, a partire dal 1° ottobre cambia tutto, con lo Spid che dà il via ad una vera e propria rivoluzione. Sarà obbligatorio, infatti, per accedere a tutti i portali della Pubblica Amministrazione, come ad esempio il sito dell’Inps, quello dell’Agenzia delle Entrate oppure dell’Inail. In alternativa allo Spid è possibile utilizzare la Carta d’Identità Elettronica. A tal fine, quando si intende effettuare il login su un portale della Pubblica Amministrazione, non bisogna fare altro che cliccare su “Entra con CIE”.

A questo punto viene chiesto d’installare l’applicazione “CIE ID” dagli App Store di iOS ed il Play Store di Android. Tale app, ricordiamo, è sviluppata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Una volta scaricata, si deve aprire l’app sul proprio dispositivo mobile e seguire la procedura di associazione. Per compiere quest’ultima operazione bisogna utilizzare la Carta d’Identità Elettronica e il PIN ad 8 cifre. Al momento del rilascio della Carta d’Identità Elettronica, infatti, vengono generati due codice, PIN e PUK. Proprio il codice Pin in nostro possesso, quindi, si rivelerà utile per utilizzare la Carta d’Identità Elettronica al posto dello Spid.

LEGGI ANCHE >>>  Green Pass obbligatorio, nuova stretta: quanto costa fare i tamponi per andare a lavoro

Sullo smartphone appare quindi una scritta attraverso la quale viene chiesto di avvicinare la carta al retro del telefono per fare la scansione. Una volta terminata la procedura di associazione, quindi, bisogna tornare sulla pagina di accesso del sito di proprio interesse e, dopo aver cliccato su “Entra con CIE”, cliccare sul tasto “prosegui con smartphone”. Bisogna quindi inserire il numero di serie della CIE, per poi veder comparire un QR Code che si deve scansionare dallo smartphone con l’app Cie ID cliccando su “Scansione Codice QR”. A questo punto possiamo finalmente accedere al sito di nostro interesse e ai relativi servizi.