L’Inps comunica che scatteranno i rimborsi a credito per chi ha compilato il 730 e resta l’anticipo sulla naturale scadenza della pensione. 

Pensione assegno
Foto di Wilfried Pohnke da Pixabay

Comunicazione importante dall’Inps, che mette a parte gli aventi diritto alla pensione di una piccola ma sostanziale novità sul cedolino in arrivo. Nel prossimo mese di ottobre, infatti, sarà bene tenere d’occhio l’assegno perché potrebbe contenere delle sorprese, una volta tanto in positivo per i contribuenti. Un piccolo assaggio dell’attesa riforma delle pensioni che sarà operativa a partire dal 2022 ma che, in qualche modo, risulta estemporaneo alla modifica complessiva del sistema. A ogni modo, per diverse persone la novità sarà un aumento dell’importo.

Un beneficio destinato a quei contribuenti che avranno compilato il 730 e che rientreranno nei requisiti di reddito idonei all’ottenimento di un aumento in forma di rimborso a credito. Nessuna novità, invece, per quanto riguarda il ritiro della pensione, il quale avverrà secondo il calendario fissato per evitare assembramenti agli uffici postali. In pratica, quando sarà il proprio turno, ci si recherà alle Poste per la riscossione, in rigoroso ordine alfabetico.

Non solo pensione in aumento: le altre novità di ottobre

Nella stessa comunicazione, l’Inps ricorda l’accredito dell’Assegno per il Nucleo familiare, destinato a coloro che, nel proprio nucleo, hanno dei figli a carico. Si va da un minimo di 37,50 euro a un tetto massimo di 55 euro, in base ai requisiti delle famiglie, anche reddituali. Inoltre, nel caso di nuclei familiari particolarmente numerosi, gli importi possono lievitare anche fino a 200 euro e più. Cifre che non influenzeranno la percezione dell’eventuale assegno previdenziale. Dati positivi che vanno ad affiancarsi a un periodo non particolarmente roseo sul piano fiscale, vista la ripresa dei pagamenti.

LEGGI ANCHE >>> Pensione d’invalidità dal 74 al 100%, arriva l’aumento: ecco per chi

Per quanto riguarda la pensione, nonostante la prosecuzione della campagna vaccinale e delle novità del Green Pass, si resta sulla calendarizzazione pandemica. L’Inps ha fatto sapere che i pagamenti presso gli sportelli postali verranno anticipati rispetto alle normali scadenze, scaglionando l’accesso degli aventi diritto in più giorni. L’anticipo, come avvenuto per quasi tutto il periodo pandemico, eviterà il formarsi di code e assembramenti. Il calendario seguirà l’ordine alfabetico, dal 27 settembre all’1 ottobre, iniziando dalle lettere A, B e C, per poi proseguire di seguito: dalla D alla G (28 ottobre), H-M (29), N-R (30), S-Z (1 ottobre).