Prezzi calmierati per i tamponi, sia molecolari che antigenici. Una mossa pensata per ridurre la spesa di chi ha bisogno dei test.

Tampone farmacie
Foto da Pixabay

Green pass e lavoro. Due termini che andranno accostati sempre di più d’ora in avanti, perlomeno finché il virus continuerà ad accompagnare la nostra quotidianità. Non solo in correlazione al vaccino ma anche ai tamponi che, a conti fatti, continuano a rappresentare un’alternativa alla somministrazione del siero anti-Covid. Con il non trascurabile dettaglio di costituire un costo, peraltro abbastanza sensibile, specie se i test dovessero essere ripetuti nel tempo. Ecco perché, negli ultimi giorni, si era alzato il pressing dei sindacati affinché il Governo si impegnasse a rendere gratuiti i tamponi, così da agevolare i lavoratori.

Al momento non sembrano esserci novità in questo senso. Tuttavia, effettuare dei test antigenici a prezzi scontati non è impossibile. I cittadini che desiderano tenersi sotto controllo, infatti, possono contare su un accordo accettato da alcune farmacie che consentiranno anche a coloro che non possono o non vogliono sottoporsi al vaccino di eseguire il test necessario al Green Pass provvisorio. Non tutte le farmacie hanno però aderito. Del resto, il tampone era stato mantenuto pagamento anche per disincentivare la rinuncia al vaccino.

Tampone scontato, l’elenco delle farmacie disponibili

Sarà la fascia d’età di chi vi si sottopone a determinare il prezzo calmierato. Ad esempio, per i ragazzi fra i 12 e i 18 anni si potranno eseguire dei test a soli 8 euro. Per gli over 18, invece, si sale a 15 euro. Circa 8.500 le farmacie aderenti al progetto dei tamponi scontati, il cui elenco è disponibile sul sito del Commissario straordinario per l’Emergenza Covid-19. Senza contare che anche le strutture sanitarie convenzionate o accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale hanno ricevuto l’autorizzazione a procedere con i tamponi a prezzi scontati. Il che allarga il giro della disponibilità per coloro che non hanno ancora provveduto alla somministrazione del vaccino.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass obbligatorio, nuova stretta: quanto costa fare i tamponi per andare a lavoro

Ancor più elastica la misura per i soggetti fragili: i cittadini con disabilità o in qualsiasi condizione di fragilità o che sono impossibilitati a sottoporsi al vaccino per ragioni mediche, potranno ricevere il tampone gratuitamente. Molte farmacie, inoltre, hanno aderito all’agevolazione che consente ai cittadini di stampare il Green Pass direttamente in loco. Si tratta, infatti, di presidi autorizzati al rilascio della documentazione per coloro che non riusciranno ad accedervi da sé, per esempio gli anziani. Di fatto, una volta appurata la negatività, le farmacie comunicheranno i risultati direttamente al sistema centrale, che provvederà a generare l’Authcode per la certificazione. Va ricordato che, affinché sia valido il Green Pass, il tampone dev’essere eseguito entro le 48 ore precedenti (antigenico) o le 72 (molecolare). Il risparmio, con i prezzi calmierati, è comunque sensibile: circa 180 euro al mese per lavorare.