Il Gruppo Sky propone un servizio molto utile per vedere i contenuti offerti dalla piattaforma a pagamento, anche quando si è lontani da casa. Si chiama Sky Go: ecco caratteristiche, costi e funzionamento.

Sky Go rappresenta un interessante servizio che consente di fruire dei contenuti Sky su dispositivi mobili come smartphone, tablet e PC, anche quando non ci si trova nella propria abitazione.

Ma d’altronde si tratta di un servizio che l’azienda di pay tv non può che offrire ai suoi clienti, in ragione della posizione di preminenza, che occupa nello scenario delle piattaforme digitali. Sky Go Italia è utilizzabile in tutta Europa e nel mondo, e i numeri parlano chiaro: con ben più di 20 milioni di utenti e più di 30.000 dipendenti soltanto nel nostro continente, questa piattaforma ha una indubbia popolarità.

Il meccanismo di Sky Go è assai facile da comprendere: infatti, come appena accennato, garantisce la possibilità di poter vedere i contenuti televisivi di cui al proprio abbonamento Sky anche nelle situazioni nelle quali non si è seduti innanzi alla TV con il decoder, in casa propria. Ci riferiamo ad es. alla possibilità di vedere eventi sportivi nelle settimane in cui si è ospiti in casa di amici o alle situazioni nelle quali si può vedere un film con Sky Go, anche laddove si sia lontani dalla propria residenza, causa impegni di lavoro.

Di seguito vedremo dunque come funziona questo interessante servizio fornito da uno dei big mondiali dell’intrattenimento su schermo, per capire se e quali costi sono applicati, ma anche per renderci conto di quali sono i dispositivi compatibili. Facciamo chiarezza.

Sky Go: il contesto di riferimento

Prima di soffermarci sui dettagli dell’offerta Sky Go, è necessario spendere qualche parola sulla piattaforma di riferimento.

Sky Group Limited, comunemente abbreviato in Sky, consiste in un conglomerato, leader in Europa nell’ambito delle telecomunicazioni. Opera in gran parte dell’Europa occidentale, includendo, oltre all’Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania, Austria e Spagna. L’anno della sua fondazione è il 1988, quando il magnate Rupert Murdoch gettò le basi dell’azienda.

L’azienda, che ha sede a Londra, è uno dei leader tra le pay TV in Europa per fatturato, bacino d’utenza e numero dipendenti.

Sky è giunta in Italia nel lontano luglio 2003 e con il passare degli anni è divenuta parte integrante delle abitudini di una fetta sempre più larga della popolazione. E’ oggi punto di riferimento per tanti appassionati di sport, non solo calcio della Serie A ma tanto altro. E ovviamente vi si trovano anche e soprattutto serie tv e cinema di qualità: ecco perchè può certamente definirsi una società fortemente radicata in tutto il territorio nazionale.

L’azienda Sky è una multinazionale che ha sedi nel Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria, ed è oggi una parte consistente della multinazionale americana Comcast – NBC Universal, che di fatto ne è proprietaria. Ma la sua fama deriva anche dal fatto che la struttura internazionale è rafforzata da relazioni strette con società internazionali di indubbio prestigio: ci riferiamo, ad esempio, a Warner Media, Viacom CBS, Disney. Anzi queste ultime arricchiscono l’offerta Sky con la forza dei propri canali e contenuti.

Intrattenimento, documentari, calcio, basket, cinema, documentari, storia, notizie, cartoni animati, e non solo: il panorama completo dell’offerta Sky è davvero corposo ed articolato. Potenzialmente è in grado di accontentare i gusti di tutti gli spettatori, distinti per fascia sociale ed età. Anzi si può dire che girare tra i vari canali di Sky è uno tra i passatempi preferiti dell’abbonato, che è incuriosito dall’attività di ricerca di contenuti sempre nuovi, che su Sky non mancano di certo.

In linea generale, la spesa mensile che l’abbonato deve fronteggiare è così ampiamente controbilanciata dalla possibilità di trovare sempre qualcosa di interessante. E poi c’è il servizio on demand, con cui l’utente può sempre rivedere l’ultima puntata, e cercare magari un vecchio film da riscoprire e rivedere dopo molto tempo.

Sky Go: cos’è e a cosa serve

Spiegare che cos’è Sky Go non è operazione complessa. Lo abbiamo già accennato. Si tratta di un servizio streaming di Sky che consente al cliente di vedere in qualsiasi luogo, su smartphone, tablet e PC abilitati, i canali inclusi nel proprio abbonamento Sky e migliaia di titoli on demand di cinema, serie TV e molto altro. Grazie ad esso aumentano insomma le possibilità di fruizione dei contenuti.

Sky Go è previsto per vari dispositivi Android e iOS, come smartphone e tablet, ma non soltanto. Infatti, è anche possibile scaricare il client desktop per mac OS e PC Windows, o in alternativa scegliere di guardare i contenuti che preferiamo direttamente dal sito web della piattaforma. La alternative per il cliente non mancano.

Da rimarcare che il servizio Sky Go è già incluso nel proprio abbonamento. Per averlo, è sufficiente creare lo Sky iD (Sky.it/login) e scaricare l’app dallo store del tablet o smartphone o sul sito skygo.it per PC o MAC.

Insomma, non bisogna dimenticare che per ottenere accesso ai contenuti Sky e poterli dunque visualizzare su schermo, i clienti hanno per forza bisogno di un account Sky ID, con il quale poter accedere alla propria area riservata e gestire l’abbonamento in piena autonomia, in virtù delle funzionalità incluse nella sezione Sky Go Fai da Te. Quest’ultima è davvero molto utile, giacchè consente di aggiungere nuovi pacchetti, aderire a offerte, visualizzare le fatture, tenere sotto controllo i pagamenti e non solo. Certamente però è necessaria una certa dimestichezza con le nuove tecnologie, da parte del cliente.

Più nel dettaglio, con Sky Fai da Te, abbiamo innanzi una utile applicazione, ideata per chi vuole gestire nel dettaglio il proprio abbonamento Sky. Presente su App Store e Play Store, vi si accede immettendo le credenziali Sky ID. Come accennato, consente di:

  • informarsi sulle offerte che è possibile sottoscrivere e avere dettagli in proposito;
  • controllare le fatture ed il saldo;
  • contattare l’assistenza in caso di problemi tecnici o dubbi amministrativi;
  • acquistare eventi;
  • modificare recapiti e dati contrattuali.

Mentre SkyGo consente di avere il proprio abbonamento Sky sempre a portata di mano, anche quando si è lontani dalla propria abitazione. Il cliente ha dunque accesso a:

  • i maggiori eventi sportivi;
  • i programmi in onda sui canali dell’abbonamento Sky;
  • migliaia di titoli on demand tra serie TV, film, intrattenimento e documentari;
  • funzione Download & Play (SkyGo Plus e SkyGo per Sky Q);
  • funzioni Restart, pausa, replay (Sky Go Plus e Sky Go per Sky Q);
  • registrazioni (SkyGO per Sky Q).

Come accennato, tutto ciò è accessibile dal proprio smartphone, tablet o PC, anche in Europa. Perciò l’accoppiata dei servizi Sky Go e Fai da te semplifica tantissimo la vita dell’utente Sky.

Su quali dispositivi l’utente può usare Sky Go?

Come ben indicato nel sito web ufficiale, il servizio Sky Go è disponibile per:

  • iPhone e iPad con sistema operativo pari o al di sopra di iOS 9;
  • smartphone e tablet con sistema operativo Android pari o superiore a 5;
  • PC con sistema operativo Windows 7 (con tema aero abilitato) o al di sopra;
  • MAC con sistema operativo OS X 10.9 o superiore.

Inoltre, per PC e MAC dovranno essere posseduti anche i seguenti requisiti minimi:

Per PC:

  • Processore : Intel Dual Core o Core2 Duo con almeno 2.1 GHz per CPU o AMD con almeno 2.9 GHz;
  • Memoria: almeno 2 GB di RAM;
  • Scheda grafica: con almeno 1 GB

Per MAC:

  • Processore: Intel Core i3 o migliore;
  • Memoria : almeno 4 GB di RAM DDR2;
  • Scheda grafica: con almeno 512 MB.

Per maggiori dettagli, si può comunque fare riferimento a questa pagina web.

Sky Go: i dispositivi da associare sono più d’uno

Abbiamo detto sopra che Sky Go consiste nel servizio streaming del Gruppo Sky che consente  di vedere ovunque, su smartphone, tablet e PC abilitati, i canali inclusi nel proprio abbonamento Sky e migliaia di titoli on demand di cinema, serie TV e molto altro.

Ebbene, è da rimarcare la caratteristica dell’offerta Sky Go che segue: i clienti con abbonamento Sky via satellite o via web attivo da almeno 12 mesi e con promozioni compatibili, possono attivare il servizio Sky Go e unire 2 dispositivi con Sky Go; 4 con Sky Go Plus. Ma attenzione: l’utente deve ricordare che è possibile sfruttare soltanto un dispositivo alla volta.

Inoltre, come chiaramente segnalato nel sito web ufficiale, per tutti i clienti con abbonamento Sky sul digitale terrestre con promozioni compatibili, Sky Go è incluso e possono essere associati fino a 4 dispositivi, che possono essere utilizzati uno alla volta.

Sky Go e Sky Go Plus: qual è la differenza?

Non esiste solo l’offerta Sky Go. Infatti con Sky Go Plus il cliente può contare su un servizio a pagamento, che presenta ai clienti Sky un numero maggiore di vantaggi in quanto, oltre alle funzionalità di Sky Go (migliaia di programmi on demand e i migliori canali Sky), aggiunge quelle che seguono:

  • funzione Download & Play, per poter scaricare i programmi on demand su smartphone, tablet e PC/Mac e vederli in ogni luogo ovunque, anche,offline (senza bisogno di connessione internet, pensiamo al caso di chi sta facendo un viaggio in aereo, per esempio);
  • funzioni Restart, Pausa e Replay, per poter riavviare un programma in diretta e rivederlo dall’inizio o riguardarne soltanto una scena;
  • fino a 4 dispositivi associabili e non solo 2 (tuttavia, come accennato, è possibile utilizzarne solo uno alla volta).

Come avere Sky Go? Ecco i passi da compiere

Ci si potrebbe domandare come fare a usufruire di Sky Go. Ebbene, è molto semplice, ma bisogna prima verificare di avere i requisiti. Di seguito i quattro step da seguire:

  • verifica dei dispositivi: ricordiamo in breve che Sky Go è attivabile su tablet e smartphone con iOS pari o superiore a 9 e Android pari o superiore a 5.1, per PC/Mac con Windows pari o superiore a 7 e MAC OSX pari o superiore a 10.9;
  • attivazione servizio Sky Go: occorre entrare nella pagina web sky.it/faidate e scegliere il servizio disponibile per il proprio abbonamento (è necessario lo Sky iD, se non è stato ancora creato si può creare qui);
  • scaricamento o aggiornamento app: bisogna entrare nello store del proprio device o sul sito skygo.it per PC o MAC.
  • visione del contenuto: è sufficiente aprire l’app, mettere in play un programma e accedere con il proprio Sky iD.

Come funziona Sky Go? Ecco cosa appare su schermo

Sky Go è pensato per essere utilizzato con facilità da chiunque. Nella home page dell’app Sky Go, si possono agevolmente trovare:

  • i programmi in onda, nell’area In onda adesso;
  • i programmi che l’utente ha già iniziato a vedere, nell’area Iniziati;
  • i titoli on demand in evidenza.

Invece, nel menu principale in basso, l’utente può avere accesso:

  • a migliaia di titoli on demand distinti per genere (es. Cinema, Serie TV);
  • all’area Download, con i programmi on demand già scaricati, e che si possono guardare senza connessione web;
  • alla sezione Canali TV, in cui si potrà trovare tutta la programmazione in onda sulle reti incluse nella propria offerta in base al giorno e all’ora voluta. Sarà sufficiente selezionare il canale che si intende guardare, premere play e guardare il contenuto.

5 basilari regole di utilizzo di Sky Go: ecco quali sono

Nel sito web ufficiale, sono indicate cinque regole di riferimento, che servono ad orientare il cliente nell’uso di questo servizio. Vediamole di seguito:

  • si possono vedere i programmi di Sky Go su un dispositivo per volta;
  • si può sostituire un dispositivo al mese;
  • se si sta utilizzando SkyGo su un dispositivo e si intende passare a un altro, è necessario chiudere l’applicazione e attendere qualche minuto prima di accedervi con quello nuovo;
  • se sono state scaricate più app sullo stesso dispositivo, risulterà comunque un solo dispositivo associato;
  • se è stato attivato SkyGo su due o più contratti, è possibile associare al proprio Sky iD fino a 4 dispositivi e sfruttare il servizio in contemporanea su al massimo 2 dei dispositivi associati e, se è stato attivato su almeno uno dei propri contratti anche il servizio Sky Go Plus, si può associare al tuo Sky iD fino a 8 dispositivi e sfruttare allo stesso tempo i servizi su al massimo 2 dei dispositivi associati.

Sky Go e Sky Go Plus: quali sono i costi del servizio?

In molti potrebbero domandarsi quali sono i costi dei servizi Sky Go, ed è ovviamente una domanda del tutto legittima. Ebbene, occorre specificare quanto segue.

  • Costi Sky Go via satellite o via internet

Sky Go è un servizio incluso senza costi ulteriori sull’abbonamento Sky via satellite o via internet senza parabola, per i clienti con promozioni compatibili e abbonamento attivo da almeno dodici mesi. Per attivare il servizio Sky Go via satellite o via internet senza parabola, l’utente deve andare nell’area Fai da te > sezione Offerte per te > Servizi e app. Come accennato in precedenza, dopo aver scaricato e installato Sky Go su un dispositivo compatibile, per accedere l’utente deve semplicemente aprire l’app e inserire il proprio Sky iD.

Ma attenzione: come evidenziato nel sito web ufficiale, sono esclusi i costi di connessione legati all’operatore utilizzato. Per ulteriori informazioni di dettaglio, è consigliabile fare riferimento al sito web sky.it/skygo.

Costi Sky Go via digitale terrestre

Sky Go è previsto senza costi ulteriori sull’abbonamento Sky sul digitale terrestre. A seguito dell’installazione di SkyGo, per accedere al servizio è sufficiente aprire l’app e inserire il proprio Sky iD. Ma attenzione: anche in questo caso, sono esclusi i costi di connessione legati all’operatore utilizzato. Per maggiori informazioni, è opportuno fare riferimento alla pagina web sky.it/skygodigitaleterrestre.

Costi Sky Go Plus

Per quanto riguarda i costi di questo ulteriore servizio, ci rifacciamo integralmente a quanto indicato nel sito web ufficiale. Vi si trova infatti scritto che: “Per i clienti che hanno aderito a Sky via satellite e via internet […] Sky Go Plus è disponibile con promozioni compatibili a 5,40€ al mese o senza alcun costo aggiuntivo sull’abbonamento per chi ha aderito al servizio tecnologico Sky Multiscreen. In caso di disattivazione del servizio tecnologico Sky Multiscreen, Sky Go Plus rimane attivo, ma passa al prezzo di listino in vigore di 5,40€ al mese. Per i clienti Sky con profilo Sky Smart o Sky Open, Sky Go Plus è incluso nell’abbonamento Sky senza alcun costo aggiuntivo. Sky Go Plus è inoltre già disponibile se sei un nuovo cliente. Dovrai solo ricordarti di creare il tuo Sky iD“.

Pertanto, è chiaro che Sky Go in Italia non sia al momento a pagamento ed è fruibile da tutti gli abbonati Sky. Sky Go Plus, invece, costituendo un servizio extra, si paga. Scaricare i contenuti per riguardarli in ogni momento e luogo comporta un costo di 5,40 euro al mese. Ma il servizio resta incluso invece per tutti i clienti Sky Multiscreen.

Come impostare i widget su Sky Go?

Grazie al servizio Sky Go, è inoltre possibile sfruttare le funzionalità dei widget. Questi ultimi in informatica, nell’ambito della programmazione, sono componenti grafici di una interfaccia utente di un programma, che hanno la finalità di facilitare all’utente l’interazione con il programma stesso.

Per conoscere i titoli del momento e riprendere facilmente i programmi che l’utente ha già iniziato a vedere, è dunque possibile utilizzare i widget di SkyGo. Si tratta di facili scorciatoie, caratterizzate da elementi grafici, individuabili sulla homepage dell’app. Di seguito le istruzioni per impostarli.

Dispositivi Apple, iPhone e iPad, con sistema operativo pari o superiore ad iOS 14:

  • dalla schermata Home, occorre toccare e tenere premuto su un’area vuota finché le app non cominciano a vibrare. Altrimenti, si può toccare e tener premuto su una qualsiasi app sulla homepage del proprio dispositivo e poi premere su “Modifica la schermata Home”. Se si sta utilizzando iPad, si può scorrere fino in fondo a destra nella schermata Home per aprire la vista Oggi;
  • toccare il pulsante Aggiungi (“+”) nell’angolo in alto;
  • scorrere verso il basso e selezionare l’app SkyGo;
  • selezionare un widget, scegliendo tra i formati e le funzionalità disponibili, poi toccare “Aggiungi widget”;
  • posizionarlo dove si desidera e poi toccare Fine.  Su iPad, dopo aver aggiunto i widget, occorre scorrere verso destra per vederli nella vista Oggi oppure scorrere verso sinistra per nasconderli.

Su smartphone e tablet con sistema operativo Android corrispondente o superiore ad Android 5.1, occorre:

  • toccare e tener premuto un’area vuota sulla schermata Home;
  • toccare Widget;
  • selezionare Sky Go e scegliere;
  • tenere premuto su un widget tra i formati e le funzionalità disponibili;
  • nel momento in cui saranno visualizzate le immagini delle schermate Home, occorre posizionare il widget dove si desidera e sollevare poi il dito.

Queste procedure sono molto intuitive e facilitano assai la fruizione dei contenuti Sky Go da parte dell’utente. E ricordiamo nuovamente che accedere all‘account Sky Go, ossia effettuare il login è molto semplice: infatti è sufficiente aprire Sky Go e inserire il proprio Sky iD.

LEGGI ANCHE >>> Qobuz, lo streaming musicale per chi ha gusti raffinati, ma occhio ai prezzi

Conclusioni: i vantaggi di Sky Go

Nel corso di questo articolo, abbiamo visto che Sky Go è il servizio di streaming di base di Sky, che permette di visualizzare tutti i canali presenti nel proprio abbonamento da smartphone, PC e tablet. Sky Go Plus è di fatto una versione più estesa di SkyGo che prevede anche opzioni extra, tra cui “Restart, Pause e Replay”. Queste, come accennato in precedenza, consentono di mettere in pausa o reimpostare da capo la riproduzione di un certo contenuto in diretta. In Sky Go Plus è inclusa anche “Download & Play” che come dice il nome, permette di scaricare un certo contenuto incluso nel catalogo on demand, per poi visualizzarlo in un secondo momento da offline. Questi sono tutti elementi interessanti, che sicuramente costituiscono punti a favore del servizio.

I costi, come visto sopra, sono piuttosto contenuti o addirittura assenti. Mentre l’ampiezza del catalogo dei dispositivi compatibili insieme alla ricchezza dei contenuti Sky, rendono questo servizio piuttosto vantaggioso non soltanto per gli abbonati che guardano la TV solo nel fine settimana, ma anche per chi intende scegliere la piattaforma Sky per l’intrattenimento domestico, anche lontano dalla propria abitazione.

Inoltre, la chiarezza espositiva del sito web ufficiale e l’intuitività degli iter richiesti per l’attivazione del servizio, non fanno altro che giocare a favore di questo interessante servizio dell’azienda Sky.