Adottare un trovatello o comprare animali di razza, la differenza la fa solo il costo. Per tutto il resto si tratta solo di attenzione e amore.

Cane cucciolo risparmio
Foto © AdobeStock

Meticcio o di razza? Spesso è questa la domanda che anima la scelta del nostro cucciolo domestico. Un quesito spesso decisivo, non tanto per questioni di pedigree ma anche in relazione al costo. E’ vero che l’amore per un animale non ha prezzo, ed è anche vero che adottare un trovatello può essere un vero gesto di cuore (come lo sarebbe scegliere un cane di razza naturalmente). E c’è un dato particolare a supporto della tesi che vuole gli italiani particolarmente propensi all’adozione di un cucciolo: durante la pandemia, ben 8 milioni di connazionali ha deciso di prendere con sé un animale da compagnia.

Perlopiù cani, ma anche gatti, roditori e quant’altro. Una predisposizione già decisamente radicata anche prima della pandemia ma che, evidentemente, con l’emergenza sanitaria si è ulteriormente rafforzata, forse per la solitudine che, in molti casi, si è riscontrata nella forzata vita domestica. Un trend che potrebbe rendere necessario, o quantomeno gradito, qualche suggerimento su come comportarsi e, soprattutto, come ammortizzare i costi inevitabili. Vero, all’amore non c’è davvero prezzo. Ma le spese comunque ci sono.

Animali da compagnia, le tecniche per risparmiare sulle spese

Gli animali da compagnia, che siano cani o gatti o qualunque altra specie, richiedono inevitabilmente delle cure e delle attenzioni estremamente ligie. Come detto, la spesa inizia subito. Fin dall’accoglienza. Scegliere ad esempio un cane di razza comporterebbe costi, anche piuttosto ingenti: fra i 1.000 e i 1.500 euro per un labrador, anche 2.500 per un maltese. L’adozione di un trovatello, invece, questo tipo di costi non li comporterebbe. E un piccolo meticcio ne guadagnerebbe in amore. Attenzione però ai cani abbandonati: bisogna conoscerli, tener presente che alle spalle possono avere una storia particolare, in grado di generare in loro paura. A ogni modo, per quanto riguarda il mantenimento, secondo Federconsumatori il costo si aggira sui 1.500 e i 2.200 euro l’anno.

LEGGI ANCHE >>> Spese per animali domestici: con queste tecniche si può risparmiare

Per quanto riguarda i gatti, il costo di animali di razza si aggira fra i 300 e i 900 euro. Vale però il discorso dei cani: si può anche in questo caso adottare dei trovatelli. Anche il mantenimento è meno oneroso: circa 900 euro l’anno fra occorrente per pulizia, nutrimento e traversine varie, oltre a giochi e, in questo caso, un tiragraffi. Altri animali da compagnia particolarmente gettonati, soprattutto negli ultimi tempi, sono i conigli (con meno esigenze rispetto a cani e felini ma estremamente sociale) e i pappagalli. I primi richiedono un costo medio di mantenimento sui 600 euro l’anno. I secondi, invece, si aggirano sui 200 fra becchime e voliere.