Analisi operativa di medio termine sul future dell’obbligazionario tedesco Euro-bund, il cambio contrattuale del future sconta il ribasso già nel prezzo, cosa aspettarsi adesso?

long term

I prezzi del future sull’Euro-bund dopo il bel trend rialzista partito verso fine maggio 2021, avevano ad agosto iniziato una fase di storno che doveva portare i prezzi a fare un bel ritracciamento tecnico, che in parte si è concretizzato, ma una parte è stata scontata internamente al cambio del contratto future, da settembre a dicembre. Questa situazione non è assolutamente un problema, perché comunque noi non avevamo avuto la possibilità di posizionarci in vendita sul Bund, però questo futures è solito farlo molto spesso, dio avere parecchio differenziale tra la scadenza precedente e quella successiva del futures, situazione che in molti casi crea qualche occasione operativa persa.

Rimanendo però sull’attualità vediamo come i prezzi nelle ultime sessioni stiano facendo una fase di accumulazione su livelli volumetrici importanti, e a parer nostro questa situazione sembra voler generare una ripartenza rialzista di una certa entità per il medio termine. Di conseguenza noi, da adesso in avanti cercheremo se il mercato ci fornirà l’opportunità, di entrare in acquisto per un’operazione da posizione, il tutto perché se uniamo il cambio contrattuale con prezzi scontati di un ribasso, il livello in cui si trova il mercato, e la forza dimostrata negli ultimi mesi, a parer nostro è abbastanza scontato un movimento rialzista nelle prossime settimane.

Operatività in acquisto e condizione per entrare a mercato

Come detto i prezzi si trovano in un’area altamente importante per il Bund, che è la zona volumetrica che va da 172,20 a 171,30 indicativamente, quest’area è stata centro di numerosi scambi negli ultimi 3 anni ed è un punto fondamentale in questo caso da utilizzare come supporto per la ripartenza dei prezzi. Dato che però non pensiamo il mercato possa ripartire di botto come fa in certe occasioni, per poter operare abbiamo necessità che i prezzi sviluppino un pattern operativo che spesso utilizziamo, quindi se i prezzi nelle prossime sessioni di mercato dovessero rompere il minimo dell’8 settembre 2021 a 171,45 di massimo 60 punti, come il Bund torna sopra tale livello ci posizioniamo in acquisto per cercare una ripartenza che può durare anche un mesetto tra alti e bassi.

Successivamente andremo ad inserire lo stop loss sotto il nuovo minimo di 30 punti, che generalmente è una soglia di sicurezza. Per quanto riguarda invece il target dell’operazione è molto interessante, perché innanzitutto gli obbiettivi sono 2 ed entrambi molto alti, ma se il mercato parte bene, sono raggiungibili tranquillamente, comunque i target sono, il primo la chiusura Gap a 174,40 e il secondo l’arrivo nell’area volumetrica in area massimi di agosto a 176,10. Anche negli ingressi da posizione spostiamo lo stop loss, quindi se i prezzi ci andranno a favore di 50-60 punti, è corretto mettere lo stop in pari e provare ad andare a target.