Una stagione complessa l’autunno. Ripartenza lavorativa e scolastica, spese intensificate. Ma per le vacanze di Natale c’è la possibilità del risparmio.

Mille euro conto corrente
Foto © AdobeStock

Gli ultimi sprazzi delle ferie estive non devono distrarci dagli obiettivi della stagione autunnale. Scuole che ricominciano, lavoro che riparte (si spera senza nuove interruzioni dovute alla pandemia) e spese che si sommano, fra tasse e quant’altro. Una stagione che non è mai stata facile, nonostante le bellezze paesaggistiche che offre. Eppure, per quanto da settembre a novembre gli impegni si facciano intensi, l’obiettivo successivo in fatto di vacanze non è poi così distante. Il mese di dicembre e, con esso, le ferie natalizie: un obiettivo per tutti, per passare le feste in famiglia e in serenità.

Certo, considerando che si arriva da due-tre mesi di spese sostenute e continue, l’obiettivo delle vacanze richiede un’attenzione particolare in fatto di risparmio. E settembre, per quanto possa sembrare un controsenso, è davvero il mese più indicato per iniziare ad accumulare una buon gruzzolo in vista del Natale. Il trucco non è naturalmente nella diminuzione delle spese necessarie ma nell’accortezza su quelle superflue. Fissato l’obiettivo, si lavora a raggiungerlo. Come in tutte le cose.

Vacanze di Natale, i consigli per il risparmio

Un consiglio e un paio di raccomandazioni. Il gioco è più semplice di quanto non si pensi. La gestione del denaro liquido diventa fondamentale nel momento in cui si decide di mettere da parte il denaro necessario alle proprie vacanze e non è solo questione di tasse e bollette. E il monitoraggio delle spese è sempre la colonna portante. Spesso, infatti, si affrontano in base a come si presentano ma tenere sotto controllo quanto entra e quanto esce è fondamentale per distinguere le spese fisse da quelle variabili. In questo modo, si riuscirà a effettuare una prima scrematura sulle vere necessità mensili e capire dove intervenire per eliminare gli eccessi.

LEGGI ANCHE >>> Laureati in risparmio? Con questi piccoli consigli si può

Il risparmio non è una scienza, per carità, ma la matematica può essere d’aiuto. Attenzione anche all’uso eccessivo della carta di credito. L’addebito al mese successivo, infatti, potrebbe indurre a prodursi in spese eccessive che, però, verrebbero solo apparentemente scontate più in là nel tempo. Molto meglio adottare la regola del 50/30/20, ovvero risparmiare il 20% del proprio stipendio per mettere in conto l’obiettivo vacanze. Ad esempio, su 1.300 euro di stipendio si toglierebbero 260 euro al mese, rinunciando a spese superflue. Nei quattro mesi che ci separano dal Natale, ecco che improvvisamente si concretizzerebbero 1.000 euro imprevisti sul conto corrente. Anche qualcosina in più. Come detto, non è una scienza ma semplice buonsenso. Al netto di tutte gli imprevisti ai quali la vita ci mette davanti. Con buona pace delle vacanze, estive o natalizie.