Calendario fitto a settembre per l’Inps. Si comincia con l’Assegno unico per chiudere con la quota ordinaria del Reddito di Cittadinanza.

Settembre pagamenti
Foto © AdobeStock

Abbiamo parlato più volte dell’importanza del mese di settembre. Il primo della ripartenza vera e propria dopo una pausa estiva con qualche problematica in più rispetto alla precedente, con la questione vaccini ancora aperta e con un legittimo timore su come si riprenderanno le attività in autunno, da quelle lavorative a quelle scolastiche. Incognite che saranno accompagnate da tavoli importanti anche per il governo. La riforma delle pensioni, quella del Fisco (più a lungo termine), l’allontanamento delle nubi per quanto riguarda l’obbligo vaccinale: a settembre le scadenze sono tante, si tratti di contribuenti o di governanti.

Trenta giorni di fuoco insomma, soprattutto sul fronte dei pagamenti. Naturalmente in uscita, visto che ripartirà l’attività della Riscossione. Anzi, per la verità è già ripartita dal 31 agosto. Ma anche in entrata, dal momento che l’Inps si farà carico delle erogazioni legate a indennità e bonus vari. Dalla Naspi al Reddito di Emergenza, passando per quello di Cittadinanza: il calendario dei pagamenti di date cerchiate in rosso ne ha parecchie.

Inps, via ai pagamenti a settembre: l’elenco delle uscite

Già nei prossimi giorni, l’Istituto di Previdenza sociale provvederà ai primi pagamenti. La maggior fretta dovrebbe riguardare l’Assegno unico, la misura universale che sostituirà (a partire dal prossimo anno) ben quattro bonus e che, per le domande arrivate nel mese di luglio, dovrebbe essere disposto già in questi giorni. A partire dalla prossima settimana, invece, toccherà alla social card dell’Inps, ovvero la carta per i sostegni al pagamento delle utenze domestiche e della spesa alimentare. La ricarica, ricordiamo, è bimestrale: coprirà quindi i mesi di settembre e ottobre, per poi essere ricaricata nuovamente a novembre.

LEGGI ANCHE >>> Inps, rifare l’Isee conviene: ecco in quali casi è più che necessario

Per quanto riguarda la Naspi, si dovrebbe cominciare a partire dal 10 settembre. Entro il 17, gli aventi diritto dovrebbero aver ricevuto l’indennità di disoccupazione di competenza del mese di agosto. A metà mese, appuntamento cruciale con alcune delle misure più importanti. Dal 15 settembre dovrebbero partire i pagamenti del Reddito di Emergenza per chi ha inoltrato richiesta di proroga (per 4 mesi). Per il Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza, invece, il 15 verrà ricaricata la card di chi beneficerà del primo accredito assoluto o del primo dopo il rinnovo. La ricarica ordinaria, invece, è prevista per il 27.