Le canzoni più “ricche” del mondo: ecco quale ha guadagnato di più

Titoli famosissimi e altri meno: ecco quali canzoni hanno incassato di più grazie a diritti d’autore. Il primo posto sorprenderà. O forse no?

Canzone
Foto © AdobeStock

Vi siete mai chiesti quali siano le canzoni più ricche di sempre? In tempo di Spotify e di piattaforme online, durante i quali le classiche vendite delle canzoni non seguono più i dettami originari. Tuttavia, fare una classifica è possibile. Anzi, a redigerne una ci ha pensato la Bbc, disponendo una short list di titoli estremamente famosi (ma con qualche sorpresa) e il corrispettivo incassato grazie agli introiti relativi ai diritti d’autore. Quindi, il concetto di vendita non è presente nella graduatoria in questione e, forse per questo, i titoli indicati potrebbero sorprendere un po’.

Certo, a leggere i nomi degli autori e dei cantanti non stupisce più di tanto che siano inseriti nella top. A ogni modo, trattandosi di una classifica basata sui diritti d’autore, criteri e valutazioni possono essere un po’ diversi. Ad esempio, pur trattandosi di un brano meno noto, i diritti possono essere stati pagati anche somme ingenti. Potrebbe capitare, infatti, che il brano sia utilizzato in un film oppure acquistato per altri usi specifici.

Le canzoni più ricche di sempre: la top 10

Come detto, nella top 10 delle canzoni “più ricche” di sempre sono inclusi titoli conosciutissimi e altri meno. A ogni modo, si tratta di canzoni iconiche e, probabilmente, ascoltate da tutti almeno una volta nella vita. Ad esempio, potrebbe non sorprendere per nulla che al vertice della graduatoria vi sia Happy birthday to you. Sì, la canzone del compleanno, composta originariamente nel 1893 dalle sorelle Patty e Mildred Hill. Chiaro se ci si pensa: in fondo è uno dei brani più ascoltati di sempre e dedicato davvero a tutti, almeno una volta all’anno. A seguire, un altro classico come White Christmas di Irving Berlin, mentre completa il podio You’ve lost than lovin feelin’, firmata The Righteous Brothers.

LEGGI ANCHE >>> Orietta Berti, quanto guadagna l’Usignolo di Cavriago: patrimonio e cachet

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Scendendo verso il fondo della top 10, troviamo canzoni immortali come Yesterday, firmata da Paul McCartney nel 1965, all’apice della Beatlemania. Il testo è comunque accreditato alla coppia Lennon-McCartney. A seguire, Unchained Melody di Alex North e Hu Zaret, mentre al sesto posto si attesta l’indimenticabile Stand by me di Ben E. King, Jarry Leiber e Mike Stoller. Altro appuntamento col Natale al settimo posto, dove si piazza Santa Claus is coming to town, di John Frederick e Haven Gillespie. E ancora, Every Breath you take dei Police (e considerato quasi un testo biografico di Sting in quel particolare momento storico) e Pretty Woman di Roy Orbison. A chiudere, un altro classico natalizio: The Christmas Song (Merry Christmas to you) di Mel Torme e Nat King Cole. Un tocco della festa più bella dell’anno non guasta mai. Specie se accompagnato dal piano di Cole.