La prima giornata di Serie A ha subito messo alla prova Dazn. L’esame non è stato superato e i tifosi si scatenano sui social con polemiche e recriminazioni.

Web

L’attesa per l’inizio del campionato è finalmente giunta al termine. E’ finita la prima giornata di Serie A con un buon inizio per parecchie squadre – Milan, Roma, Napoli, Inter – un avvio incerto per altre – Juventus in primis – e un passo falso per altre ancora. Il giorno dopo, a tener banco sui social non sono tanto le prestazioni dei giocatori ma le problematiche nella visione di alcune partite causate da una connessione non ottimale di Dazn. Tanti utenti hanno riportato una visualizzazione difficile soprattutto durante Inter-Genoa di sabato 21 agosto e Udinese-Juventus del 22 agosto.

Le lamentele degli abbonati

Gli abbonati Dazn riferiscono che durante le due importanti partite della prima giornata di campionato hanno avuto dei problemi. Alcuni hanno segnalato il video sgranato, altri la fastidiosa rotella del caricamento che continuava a girare ad oltranza, altri ancora, invece, non hanno avuto interferenze.

Tanti utenti si sono scatenati e si stanno ancora scatenando su Twitter con l’hashtag #DAZN. Le polemiche imperverseranno ben oltre la fine della prima giornata di Serie A e si concluderanno solo quando il servizio di pagamento garantirà che problemi del genere non accadranno più. Ipotizzare quando la visione sarà perfetta per tutti è difficile. Si tratta di una modalità di streaming rivoluzionaria che necessita ancora di perfezionamenti.

Leggi anche >>> Dazn, la falsa partenza costa cara: ecco cosa chiede il Codacons

Botta e risposta dopo la prima giornata di Serie A

Inter-Genoa è stata la prima partita ad innescare polemiche. I giocatori sono scesi in campo sabato alle 18.30 e già dopo pochi minuti la visione ha subito degli intoppi. Dazn ha riferito che si è trattato di un disagio durato pochi minuti. Ha inoltre sottolineato che i vari problemi riscontrati, come il video sgranato, bloccato o in continua fase di caricamento, sono stati causati da uno spike. 

Si tratta, dunque, di un sovraccarico su una delle CDN, Content Delivery Network. Parliamo del sistema ideato per gestire la distribuzione dei contenuti dalle dimensioni pesanti. Lo streaming richiede un grande carico e la connessione contemporanea di tanti abbonati ha provocato quella breve interruzione che, secondo Dazn, è stata prontamente superata. E’ durata il tempo di distribuire il traffico su altre CDN. Nessuna risposta, invece, per i malfunzionamenti di buffering e della bassa qualità dello streaming riportati da altri utenti.