Lo strumento del Buono fruttifero postale continua a essere fra i più apprezzati come forma di investimento. E il 4×4 scala posizioni…

Buono fruttifero
Foto: Web

Uno strumento che ha più volte dimostrato la sua efficacia il Buono fruttifero postale. Anzi, in alcune circostanze si è imposto come una modalità di investimento piuttosto efficace, anche più di altre. Questo perché declinabile a vari contesti e numerose esigenze, incluse quelle dei più piccoli. Tuttavia, visto che non ne esiste soltanto uno, viene da chiedersi se ne esista qualcuno che, più degli altri, possa portare all’eccellenza le buone qualità suddette.

A fine agosto 2021, ad esempio, particolarmente degno di interesse si segnala il Buono fruttifero 4×4. Ovvero, quello che offre il rendimento annuo lordo a scadenza più alto nella schiera dei buoni. Va detto, però, che se si sceglie questo Buono la strategia dovrà essere a lungo termine. Gli interessi, infatti, maturano addirittura dopo 16 anni. E pensare che gli interessi, al momento, sono persino più bassi rispetto a qualche mese fa. Il gioco al ribasso non ne ha comunque sminuito il valore.

Buono fruttifero 4×4: ecco perché è il più conveniente

Si tratta innanzitutto di una questione di flessibilità. Ossia, il rimborso potrà avvenire in ogni momento. Senza contare che dopo 4, 8 e 12 anni maturerà il diritto al riconoscimento degli interessi fin lì maturati. Il vantaggio dell’assenza dei costi di sottoscrizione è comune anche agli altri buoni fruttiferi. Vige anche una tassazione agevolata del 12,50% sugli interessi. Per quanto riguarda la sottoscrizione, la procedura è standard: basterà recarsi presso un ufficio postale con codice fiscale e documento. Altrimenti la procedura potrà avvenire online sul sito di Poste, così come tramite app BancoPosta.

LEGGI ANCHE >>> Buoni fruttiferi o conti deposito, attenzione: come investire al meglio i propri soldi

Sul piano dell’interesse offerto, il Buono fruttifero 4×4 offre un preciso vantaggio. Il rendimento effettivo annuo lordo si attesta allo 0,20% al termine del quarto anno. Alla fine dell’ottavo, invece, saranno maturati interessi dello 0,30%. Terminato il dodicesimo anno l’interesse sarà dello 0,40%. Dello 0,75% alla fine del sedicesimo. In poche parole, investendo 1.000 euro in un 4×4, finiti i 16 anni si avrà un rendimento di 1.111,12 euro.