I mutui under 36 in questa fase storica sono decisamente convenienti. Ecco le agevolazioni di cui possono usufruire i giovani che vogliono comprare casa

Mutuo under 36 casa
Fonte Pixabay

Al contrario di quanto si possa pensare, questo è il periodo propizio per acquistare una casa, in particolar modo per i ragazzi al di sotto dei 36 anni. Alcuni dei principali istituti di credito nazionali hanno infatti lanciato dei muti al 100% con tassi fissi che partono dall’1,10% (Taeg). Si tratta del valore più basso di sempre per quanto concerne questo genere di finanziamenti.

Grazie a delle simulazioni è stato possibile verificare quanto possono risparmiare i giovani in termini di interessi. Andiamo a vedere un esempio dettagliato, utile a dare un quadro più chiaro della situazione. 

LEGGI ANCHE >>> Torna l’inflazione ma i mutui a tasso fisso sorridono: ecco perché

Mutui under 36 sulla prima casa: quali cifre si possono risparmiare

Prendendo come ipotesi un mutuo fisso al 100% di 126mila euro da restituire in 25 anni, con il Taeg dell’1,10%, la rata mensile sarebbe di 477,72 euro. Fino a qualche mese fa per la medesima operazione il tasso era del 2,46% e ciò portava la rata ad un valore di 552,26 euro.

L’introduzione di questa agevolazione comporta un risparmio sul mutuo di circa 900 euro all’anno, che rapportato sul totale del mutuo è di 22.500 euro. Una differenza abissale, che può fare la differenza e soprattutto invogliare chi ancora è indeciso a fare questo grande passo. Quindi, gli under 36 sono finalmente nella condizione di poter acquistare casa senza nessun anticipo e soprattutto senza alcun bisogno di garanti terzi.

Naturalmente bisogna rientrare nei parametri previsti. Già menzionato quello dell’età, l’altro grande paletto (non adottato da tutte le banche) è quello dell’ISEE, che non deve essere superiore a 40mila euro. L’importo massimo erogabile è di 250.000 euro, che consente di poter acquistare una casa più che dignitosa, anche in grandi centro come Roma e Milano (dove notoriamente gli immobili hanno prezzi più alti).

LEGGI ANCHE >>> Mutui, l’Italia non rispetta le regole: l’Unione Europea colpisce e segna

Tra i benefici figura anche l’ampliamento all’80% della garanzia concessa dal Fondo Consap, fondamentale per agevolare l’accesso al credito da parte dei giovani. Determinanti anche le varie esenzioni tra cui la cancellazione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale e l’eliminazione dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti.