Analisi operativa di medio termine sul cambio Euro-dollaro future, primi segnali di forza, si prospetta una ripartenza importante a rialzo.

momento giusto

Dopo la rottura della trend line ribassista, sui massimi giornalieri che teneva i prezzi da fine giugno, il cambio euro-dollaro ha finalmente deciso di prendere una direzione e iniziare a spingere per uscire dalla fase di accumulazione che è durata quasi un mese. La settimana appena trascorsa era iniziata subito con la rottura decisa della resistenza dinamica, ma la reale forza del movimento è stata impressa ai prezzi nel post riunione della Federal Reserve di mercoledì 28 luglio alla sera.

Ora questo movimento rialzista di medio termine, secondo i nostri studi, durerà almeno fino alla metà di agosto, con target e obbiettivi molto interessanti, quindi se il mercato ci fornirà l’opportunità dovremo cercare assolutamente di salire sul treno anche noi. Purtroppo quando i prezzi erano sui minimi, non ce la siamo sentita di forzare la mano e entrare durante l’accumulazione, perché lo ritenevamo molto pericoloso, dato appunto che ci sarebbe stata la riunione della FED che può sempre generare sorprese e stravolgere il mercato, di conseguenza abbiamo preferito attendere per entrare con le condizioni che reputiamo più appropriate e sicure.

Tentativo di ingresso per il medio termine sui livelli operativi

Attualmente come detto i prezzi hanno già iniziato il primo movimento a rialzo, però crediamo di avere ancora l’opportunità di salire sul trend e prendere parte anche noi al movimento long che si sta sviluppando, ovvio che per poter provare un ingresso necessitiamo di un piccolo storno per successivamente avere la ripartenza dei prezzi.     In questo caso abbiamo quindi bisogno di un movimento ribassista dei prezzi che già nella giornata di venerdì 30 luglio è cominciato, abbiamo individuato come punto ideale per poter entrare anche noi a mercato l’area del 50% di Fibonacci del vettore che parte dal minimo del 21 luglio al massimo del 30 luglio per l’appunto.

L’area di ingresso  oltre che avere il 50% di Fibonacci a 1,1841, ha anche come copertura il grosso livello volumetrico di 1,1828, quindi una zona di supporto molto importante, di conseguenza se i prezzi continueranno il ritracciamento in atto quando arriveranno a 1,1840 entreremo in acquisto, senza troppo badare al punto avanti e indietro dato che è un ingresso da posizione.

In questo caso ci posizioneremo con lo stop loss sotto i minimi di periodo di un 15 punti, per essere sicuri che se il movimento è partito non ci faccia brutti scherzi, di conseguenza lo inseriremo a 1,1745. Gli obbiettivi di profitto per il trade potranno mutare a seconda delle condizioni del mercato, ma indicativamente saranno 2, il primo a 1,1960 e il secondo a 1,2144, ricordiamo che l’Euro-dollaro quando entra in trend è un “mulo” e in poco tempo riesce a raggiungere i target di mercato, quindi si capirà molto in fretta se i prezzi avranno voglia o no di arrivare agli obbiettivi.