Qual è il momento migliore per sottoscrivere una polizza vita? Il quesito genera perplessità negli over 60 che non devono rinunciare all’idea di tutelare la propria famiglia.

Pixabay

E’ lecito pensare che un over 60 possa con maggiore difficoltà ottenere la sottoscrizione di una polizza vita. Le compagnie assicurative, infatti, valutano attentamente la questione “età” per combinarla, poi, con altri fattori. La valutazione del rischio è legata alla salute del richiedente, al lavoro svolto, alle attività praticate e, sebbene verso un ultra sessantenne le compagnie possano avere delle riserve, lo spiraglio per sottoscrivere una assicurazione sulla vita rimane ben aperto.

Leggi anche >>> Infortunio sul lavoro, ci sono novità: cosa c’è da sapere

Conviene stipulare una polizza vita?

La convenienza nello stipulare un’assicurazione sulla vita nasce dal desiderio di tutelare i familiari qualora accadano determinati eventi. Poter garantire una rendita ai membri del nucleo familiare è uno scopo nobile e spesso necessario qualora insorgesse la morte, l’invalidità o la perdita di autosufficienza del titolare della polizza. Lo strumento assicurativo in questione, dunque, è apprezzato soprattutto dalle famiglie con un solo reddito ma coinvolge anche i nuclei con figli o con un mutuo sulle spalle.

Leggi anche >>> Il motivo per cui dovresti avere una polizza per la tua casa

Quale assicurazione sulla vita scegliere

Adobe Stock

Le tipologie di polizza presenti sul mercato consentono ad ogni utente di scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Un prodotto richiesto è la polizza temporanea caso morte che prevede l’erogazione di un capitale ai beneficiari qualora l’assicurato muoia entro uno specifico lasso temporale. Solitamente, tale soluzione è riservata ai giovani capifamiglia che non possiedono risparmi da lasciare in caso di decesso.

La polizza caso morte a vita intera, invece, garantisce il capitale qualora muoia il membro della famiglia che produce reddito. Il pagamento del premio potrà essere erogato dalla compagnia ai beneficiari in un’unica assicurazione, con versamenti periodici o a premio costante e rivalutabile.

Citiamo, poi, la polizza mista con copertura più completa relativa sia agli eventi vita che morte. E’ a metà tra investimento e rendita ed è una soluzione volta a tutelare la famiglia da qualsiasi evento traumatico accada.

Leggi anche >>> Gli effetti dell’evoluzione nel tempo: nasce la polizza per danni da vaccino

Sottoscrizione polizza vita: come procedere

Per stipulare la polizza sulla vita occorrerà valutare attentamente le varie proposte delle diverse compagnie assicurative e scegliere quella che rappresenta la migliore combinazione tra premio e coperture. Il contratto terrà conto dell’età del contraente, della tipologia di polizza scelta, del capitale assicurato, dei tempi di pagamento del premio. Naturalmente, conterrà i nomi dei beneficiari e definirà i dettagli della sottoscrizione. La compagnia si riserva il diritto di investigare sulla vita del richiedente, dalla professione allo stato di salute, al fine di offrire il prodotto maggiormente compatibile con il suo profilo.