Il mondo delle aste si apre alle criptovalute. Sothebay’s è disposta ad accettare pagamenti in Bitcoin e Ether per l’acquisto di un diamante da 101,38 carati.

Pixabay

La casa d’aste Sothebay’s è al passo con i tempi ed introduce nel mondo delle aste una modalità di pagamento alquanto contemporanea. Le criptovalute stanno prendendo sempre più piede ed interessando un numero elevato di persone. Non ci riferiamo necessariamente a grandi investitori ma anche a piccoli risparmiatori che vedono nei Bitcoin e nell’Ether il futuro. Un futuro che non è molto lontano visto che oggi sarà possibile acquistare un diamante con le criptovalute.

Leggi anche >>> I bancomat chiudono ma per le criptovalute aprono: ecco come funzionano

Diamante da 101,38 carati all’asta, tutti i dettagli

Pixabay

Hong Kong è il luogo dove si farà la storia. Protagonista è la casa d’aste Sotherbay’s che metterà all’asta un diamante da 101, 38 carati dal valore di circa 15 milioni di dollari. L’aspetto innovativo è la possibilità di acquisto con Bitcoin e Ether che rappresenterebbe l’importo più alto mai toccato con le criptovalute. Si tratterebbe di 430 Bitcoin o di 6.300 Ether (stima in base ai prezzi attuali).

Il mercato, dunque, avanza in direzione delle monete digitali ma accettare un pagamento tanto elevato è comunque un rischio elevato. Occorre considerare il valore oscillatorio delle criptovalute e del Bitcoin in particolare che da aprile è diminuito della metà. D’altra parte, i milionari nel mondo che hanno incrementato il patrimonio grazie a Bitcoin e Ether sono parecchi e si dichiarano pronti ad investire utilizzando le criptovalute.

Leggi anche >>> Investire in criptovalute è sicuro, si o no? Ecco a che cosa fare attenzione

I precedenti di acquisti all’asta con criptovalute

Il diamante da 101,38 carati non è il primo articolo venduto all’asta accettando il pagamento in criptovalute. E’ sicuramente la cifra più alta raggiunta, qualora si procedesse realmente alla vendita, ma non occorre dimenticare che nel mese di giugno un Bansky è stato battuto con pagamento in Bitcoin o Ether. A febbraio, poi, la casa d’aste Christie’s ha venduto in Ether un pezzo d’arte e altri diamanti sono già stati proposti in vendita con le criptovalute.