Analisi operativa del 18 giugno 2021 sul future dell’ Euro-bund, lo yo-yo post Fed che ha generato la prima debolezza.

obbligazionario tedesco futures

Il prezzo dell’obbligazionario tedesco, nella serata di mercoledì 16 giugno, durante la riunione della FED ha fatto le bizze, muovendosi in maniera importante e improvvisa, ma a ribasso.

Nella giornata poi di ieri, i prezzi hanno si recuperato la debolezza scaturita dal post riunione, ma in maniera molto tranquilla e facendo presagire ad un primo segnale di debolezza, che potrebbe generare un piccolo trend ribassista nelle prossime settimane.

I prezzi hanno infatti impiegato tutta la giornata di ieri per recuperare i livelli da cui erano partiti mercoledì sera, queste informazioni ci fanno pensare di poter provare oggi, un ingresso in vendita, anche se da scalping intraday, per andare a testare se l’ Euro-bund è pronto per fare qualche sessione a ribasso.

Scalping di giornata livello operativo

Come anticipato prima per la sessione di oggi, andremo a cercare un ingresso in vendita, date le condizioni che si sono verificate negli ultimi giorni di borsa.

Anche se i prezzi hanno già raggiunto un’area interessante per le vendite che è la zona volumetrica di 172,60, per noi è ancora presto per entrare in vendita, dato che pensiamo possa tornare prima in area massimi il prezzo del Bund e poi generare qualche vendita da intraday.

Quindi per la giornata odierna, la resistenza volumetrica che aspettiamo per poter entrare in vendita è il livello 172,96, che qualora venisse eseguito e da li il mercato iniziasse a scendere come ci aspettiamo avrebbe comunque fatto un massimo decrescente rispetto a quello dell’11 giugno, fornendo un primo segnale di debolezza.

L’operazione deve essere eseguita entro la giornata e non portata nel week-end, quindi se il prezzo raggiunge i 172,96 entro le 18 ok entriamo in vendita, altrimenti se ne riparla la prossima settimana per altre operazioni, dato che è preferibile evitare gli obbligazionari per il week-end in queste fasi nervose di mercato.

Lo stop loss dell’operazione lo posizioneremo 15 punti sopra il nostro prezzo di ingresso quindi a 173,11, ovviamente per stare proprio tranquilli era necessario inserire lo stop sopra il massimo dell’ 11 giugno, ma il trade avrebbe avuto uno stop loss troppo largo per lo scalping, quindi preferiamo assumerci qualche rischio di caccia stop, però di mantenerlo più contenuto.

Per quanto riguarda il target dell’operazione sono due:

  • Il primo a 172,73 che deve raggiungere per forza il mercato se inizia a scendere, ma se vediamo che i prezzi sono parecchi deboli potrebbe scivolare ulteriormente il Bund.
  • Il secondo target quindi è il livello volumetrico 172,63 che è anche l’area dove ieri i prezzi si sono fermati sulla salita.