Nata in Russia ma cresciuta a Camogli, Mikaela Nazae Silva è la “bionda” di Striscia da quasi quattro anni. La sua carriera, dalla Cina a Canale 5.

Mikaela Nazae Silva
Foto: Web

Genovese di adozione ma una vera e propria portatrice sana di culture diverse tra loro, Mikaela Nazae Silva è sicuramente fra le veline di Striscia la Notizia che più hanno incarnato la globalizzazione del Nuovo Millennio. Nata a Mosca, da papà originario dell’Angola e mamma nata in Afghanistan, Mikaela vive in Russia fino all’età di tre anni, per poi trasferirsi nel Paese di suo padre, dove resta fino ai sei anni.

A quell’età approda in Italia, a Camogli, dove crescerà diventando, come detto da lei stessa, italiana a tutti gli effetti. Da lì una serie di importanti esperienze, umane e professionali, nonostante la giovanissima età. Fino alla grande chiamata al tg satirico di Canale 5. Mikaela è una nota poliglotta: oltre a essere madrelingua italiana e portoghese, parla fluentemente francese, inglese e italiano, oltre a conoscere il cinese.

LEGGI ANCHE >>> L’Isola dei famosi, quanto guadagnano i concorrenti: cifre impensabili

Mikaela Nazae Silva: chi è, altezza, data di nascita

  • Nome e cognome: Mikaela Nazae Silva;
  • Altezza: 170 cm;
  • Data di nascita: Mosca, 28 aprile 1994.

Mikaela Nazae Silva: scuola e carriera

Mikaela compie tutto il suo percorso di studi in Liguria, dove si diploma al Liceo linguistico. A 18 anni appena compiuti, una decisione importante: fare i bagagli e perseguire la sua vocazione artistica, viaggiando fino in Cina per fare un’esperienza lavorativa. Doveva trattarsi di poco tempo, invece resta nel Paese del Dragone per tre anni. Proprio qui inizia a mettere insieme le prime esperienze come ballerina. Una passione, questa, che la accompagna fin dall’età di cinque anni. A dieci aveva già iniziato a studiare danza moderna, da ragazza viaggiava in giro per il mondo per partecipare ad alcune “dance battle”.

Mikaela Nazae Silva: tv e velina

Tornata in Italia, entra nel corpo di danza di alcune delle più note trasmissioni televisive come Zelig Circus, su Italia 1, e Facciamo che io ero, su Rai 2. Partecipa anche a uno spot della Tim, danzando insieme al ballerino tedesco Sven Otten. La grande chiamata a Striscia arriva nel 2017 quando, assieme alla “mora” Shaila Gatta, viene scelta per sostituire Irene Cioni e Ludovica Frasca. Debutta così sul palcoscenico di Canale 5, nel ruolo che fu di personaggi diventati famosi come Elisabetta Canalis, Maddalena Corvaglia, Giorgia Palmas e Laura Freddi. Della trasmissione si è dichiarata fan da sempre, con una particolare predilezione per la rubrica “Striscia lo striscione” di Cristiano Militello.

Mikaela Nazae Silva: Facebook e Instagram

Come quasi ogni personaggio televisivo, Mikaela è particolarmente attiva sui social network, attraverso i suoi profili personali e quelli ufficiali delle sue trasmissioni. Il suo profilo Instagram conta più di 156 mila followers. Anche la sua pagina Facebook è molto seguita, contando quasi 8 mila mi piace. Ma, seguendo i canoni attuali, è su Instagram che la velina riscuote più successo, incrementando via via la sua posizione di influencer e condividendo la sua passione per il fashion style.

Mikaela Nazae Silva: capelli

Fin dai suoi esordi, Mikaela ha attirato l’attenzione per la sua particolarissima pettinatura, decisamente innovativa rispetto alle “bionde” che l’hanno preceduta nel ruolo di velina. Capello corto, di un riccio elettrico, fuori canone in confronto ad altre prima di lei. Specie fra le bionde.

LEGGI ANCHE >>> Ilary Blasi, quanto guadagna una delle conduttrici più amate dagli italiani

Mikaela Nazae Silva: guadagni

Una curiosità più che una certezza. Le veline di Striscia vengono scelte per la bellezza, certo, ma dal momento che la loro presenza scenica viene richiesta anche in altri ambiti (ad esempio le telepromozioni) vanno superate una serie di prove non certo semplici. Non esistono informazioni certe circa i compensi ma, secondo alcuni siti specializzati, la retribuzione si aggirerebbe sui 200 euro a puntata. Quindi, considerando le cinque settimanali, si arriva a 1000 euro a settimana, 4000 al mese. A questo va aggiunto quanto percepito per eventuali ospitate televisivi, in qualche film e anche l’attività sui social.