Draghi conferma lo Sconto Imu del 25% per il 2021. L’agevolazione, però, non si rivolge a tutti i proprietari ma solo a specifici contribuenti.

casaL’agevolazione sul pagamento dell’Imu pari al 25% è stata confermata da Mario Draghi. Destinatari dello Sconto Imu non sono tutti i proprietari di un immobile ma solo quei contribuenti che soddisfano determinati requisiti. Scoprire se si è tra i fortunati vincitori della riduzione è fondamentale dato che la prima scadenza della tassa è ormai prossima.

Chi sono i fortunati destinatari dello Sconto Imu del 25%

La conferma dell’agevolazione del 25% sull’Imu è strettamente legata ad una specifica condizione. I proprietari dell’immobile devono essere contribuenti che hanno affittato la casa di proprietà a canone concordato. I contratti, poi, devono essere conformi all’accordo territoriale che è stato sottoscritto dalle organizzazioni rappresentanti di inquilini e proprietari. In più, il canone di affitto dovrà rientrare in una fascia di importo che viene stabilita dai sindacati di categoria e che varia da città a città. Il prezzo è fissato tenendo conto delle caratteristiche degli immobili che vengono affittati.

Solamente soddisfacendo i requisiti citati, dunque, si potrà ottenere la riduzione a cui è possibile aggiungere gli altri benefici previsti dalla normativa italiana e quelli messi in conto a livello regionale.

La riduzione del 25% sul pagamento dell’Imu potrebbe, così, essere affiancata da una diminuzione dell’aliquota decisa localmente. Spetta ai comune decidere quale aliquota applicare; in molti hanno optato per una percentuale dello 0,76% ma è possibile salire o scendere di 0,3 punti rientrano in un range tra lo 0,46% e l’1,06%.

Termine di scadenza e regole per ottenere lo Sconto Imu

La richiesta dello Sconto Imu dovrà essere inoltrata anteriormente alla scadenza della prima rata dell’imposta municipale unica. La data in questione è il 16 giugno 2021. Il saldo finale, invece, dovrà essere corrisposto entro il 31 dicembre 2021.

Riconoscendosi come proprietari di immobili dati in affitto con canone concordato, si potrà usufruire dello Sconto Imu ma la procedura per avanzare la richiesta non è del tutto chiara, o meglio, non facilita il compito dei contribuenti. Gli adempimenti da compiere variano da comune a comune e, per questo motivo, è consigliabile fare riferimento al sito web della città di residenza per poter capire come procedere per ottenere l’agevolazione del 25% sul pagamento dell’Imu.