Future sull’Euro-dollaro, il raggiungimento di nuovi livelli che può favorire un ingresso in vendita?

analisi flussi mib

Ad inizio settimana, il cambio euro-dollaro ci aveva già fornito alcuni spunti interessanti per lavorarlo. Infatti nella giornata di martedì 18 maggio, avevamo indicato come area per le vendite il livello 1,37, in cui effettuare un trade da scalping per la giornata, punto in cui il mercato ha sentito e ha generato successivamente uno storno interessante per il breve termine. Ora sembra però trovarsi in una fase di distribuzione, che fondamentalmente è la quiete prima della tempesta, infatti passato questo periodo di calma, avremo un’esplosione di volatilità o a rialzo o a ribasso, anche se secondo i nostri studi è più probabile che possa partire un bel movimento ribassista da queste aree per le prossime settimane. Nel frattempo che i movimenti di lungo termine si costruiscono, abbiamo per la sessione odierna, un’interessante opportunità di trading da sfruttare, che come sempre ha alte probabilità di riuscita.

Livelli operativi e ingresso a mercato

Come abbiamo anticipato, attualmente il cambio Euro-dollaro è in fase di distribuzione, quindi molto pericoloso tradare il mercato quando è in compressione. Noi però rimaniamo vigili in attesa che il mercato faccia la sua mossa e siamo pronti ad entrare qualora si verificassero le nostre condizioni operative. Infatti l’area volumetrica di 1,2270/80 è molto importante e se il mercato proverà un’allungo fino a quei livelli, un’ingresso in vendita è da provare assolutamente, dato il punto di resistenza molto importante. Se riusciamo ad entrare perchè il mercato arriva sui nostri livelli, dovremo posizionarci con uno stop loss intorno ai 25/30 punti, ricordandoci che questo trade potrebbe essere valido sia per la giornata o scalping, ma anche per cercare un movimento ribassista più ampio.

I principali punti di arrivo e target sono in primis l’area volumetrica sottostante che è 1,2237, per poi passare a 1,22 e a 1,2180. tutti i punti di arrivo possono essere raggiunti se il mercato aumenta le volatilità in un paio di giorni, a parte il primo che molto probabilmente lo raggiunge durante la sessione di trading odierna.

Dobbiamo tenere presente che questo trade, oltre che essere un’opportunità di ingresso per lo scalping e la giornata, può diventare un ingresso di medio termine. Questa valutazione è data dal fatto che la fase di distribuzione delle ultime sedute, sembra far pensare ad una volontà di cambio di tendenza, questo porterebbe ad essere entrati sui massimi di periodo se poi il mercato romperà bene a ribasso la zona di 1,22.

Per chi non lavora il future, ma si focalizza sullo spot o sul forex, è sufficente per poter effettuare l’ingresso farsi il calcolo se il future e gli altri strumenti battono lo stesso prezzo, e se così non fosse, calcolarsi il differenziale per trovare il corretto punto di intervento.