La figura del Covid Manager è alla base della ripartenza dei matrimoni. Il suo compito è di verificare ed attuare i protocolli di rispetto delle norme anti-Covid. Scopriamo, chi è, cosa fa e quanto guadagna.

Unsplash

Il via libera ai festeggiamenti per le celebrazioni più importanti ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tanti sposi in procinto di convolare a nozze. Nell’euforia generale, però, occorrerà rispettare precise direttive e la persona addetta a tale compito sarà il Covid Manager. Parliamo di una figura che nasce metà poliziotto e metà steward dato che si occuperà degli ospiti, della location, dello svolgimento della festa e verificherà che ogni passaggio si svolga nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

Chi è e quali compiti ha il Covid Manager Matrimoni

Il Covid Manager è una nuova figura professionale nata in seguito alla pandemia e diventata indispensabile per potersi sposare e festeggiare le nozze con amici e parenti. Esistono dei corsi di formazione da frequentare per poter diventare Covid Manager ed apprendere tutte le nozioni di base per svolgere un buon lavoro. Tra le competenze e conoscenze che svilupperà citiamo le principali fonti e normative sia nazionali che internazionali, il piano Covid di lotta la contagio, i rapporti tra istituzioni e Unità Socio Sanitarie e dovrà essere in grado di attuare i giusti interventi di prevenzione e di contrasto.

I compiti principali di cui si deve occupare sono il controllo del distanziamento fisico tra gli invitati e della presenza delle barriere in plexiglas in punti specifici e strategici quali la reception, il bar, l’area buffet. Inoltre, il Covid Manager dovrà controllare che ci sia un numero sufficiente di dispenser igienizzanti e che tutti i presenti, sposi compresi, rispettino i comportamenti di prevenzione.

L’attenzione del manager addetto ai matrimoni dovrà essere riposta, poi, sui dipendenti del locale e su qualsiasi altro lavoratore presente alla cerimonia o ai festeggiamenti. Si dovranno evitare assembramenti e si dovrà controllare il corretto utilizzo della mascherina. Il Covid Manager sarà incaricato, inoltre, di conservare la lista dei partecipanti al matrimonio per un periodo di 14 giorni. In questo modo, qualora si verificasse una positività, si potrebbero avvertire tutte le persone coinvolte.

I controlli dovranno essere costanti e l’attenzione sempre alta. Per questo motivo, è prevista la presenza di un Covid Manager ogni 50 invitati.

Quanto guadagna il Covid Manager Matrimoni

Un aspetto interessante da approfondire in relazione a questa nuova figura professionale da poco conosciuta è il guadagno. Proprio per la sua recente comparsa non è possibile conoscere con esattezza la retribuzione del Covid Manager ma è possibile ipotizzare uno stipendio annuo variabile da 27 mila euro ai 50 mila euro. Tale ipotesi si può azzardare se si paragona il lavoro del Covid Manager a quello di un Responsabile del servizio di prevenzione e protezione, figura di cui solitamente si avvalgono le aziende.