Superenalotto, Lotto e tutti gli altri giochi di Sisal e Lottomatica si fermano, non prima di avere regalato vincite sensazionali nell’ultima estrazione.

Superenalotto

Superenalotto, Lotto e tutti i giochi di Sisal e Lottomatica si fermano ma prima decidono di regalare una chiusura col botto. Da nord a sud, nell’ultima estrazione di giovedì 29 aprile, ci sono nuovi italiani che sorridono di fronte ad un bel gruzzoletto. Ma andiamo per ordine.

Perché si chiudono i giochi nazionali. Semplice, eppure non tutti lo sanno. Oggi è sabato 1 maggio e come per tutte le feste circolettate in rosso sul calendario, l’estrazione non avviene. Ma la caccia ai milioni del Superenalotto non avrà una vera e propria sosta, perché si recupera lunedì 3 maggio. Dunque la prossima settimana prevede non le canoniche 3 estrazioni del martedì, giovedì e sabato, ma 4 appuntamenti con la fortuna se si aggiunge appunto lunedì 3 maggio.

Superenalotto e Lotto si fermano, ma chiudono col botto: 124 mila euro con una quaterna

soldi

In attesa della prossima ricca settimana di estrazioni, l’ultima di giovedì 29 marzo ha regalato delle vincite straordinarie, 3 giocatori hanno indovinato 5 numeri al superenalotto e si sono aggiudicati la bellezza di 68 mila euro ciascuno, ma è il Lotto ad avere premiato di più.

La dea bendata ha fatto tappa in Lombardia, a Suisio, in provincia di Bergamo. Lì è stata centrata la vincita più alta nell’ultimo concorso del Lotto. Qualcuno ha vinto 124.750 euro con una quaterna: 3-16-24-76 sulla ruota di Milano i numeri magici. Il fortunato giocatore ha speso soli 3 euro, prova inconfutabile che per vincere non occorre investire tanti soldi col rischio che un gioco ‘sociale’ diventi improvvisamente patologico.

Vincono 25.600 a Maruggio (TA) con una puntata su Cagliari, al terzo posto i 23.750 euro vinti in Emilia, a Fiorano Modenese (MO) con una giocata sulla ruota di Milano. Sugli scudi anche il 10eLotto che in provincia di Ragusa ha premiato un giocatore che ha indovinato 9 numeri su 20. 50 mila euro la vincita inaspettata.