Importanti cambiamenti in vista per coloro che vogliono accedere al mutuo prima casa. Il governo Draghi, infatti, starebbe pensando all’introduzione di misure ad hoc. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Bonus acquisto della prima casa: come usufruirne, con una donazione a metà
Acquisto della casa (Fonte foto: web)

La casa rappresenta da sempre il posto sicuro dove potersi rifugiare e staccare la spina dai vari impegni della vita quotidiana. Molto spesso, però, non si dispone della somma di denaro necessaria per riuscire ad acquistarne una. Proprio in questo ambito, quindi, giunge in nostro aiuto il mutuo per la casa, grazie al quale riuscire finalmente a realizzare il proprio sogno. Allo stesso tempo, però, non si può negare come risulti spesso difficile riuscire ad accedere a tale forma di credito.

A partire dall’anticipo, fino ad arrivare all’assenza di eventuali garanzie, infatti, non tutti riescono ad ottenere realmente un mutuo. Una vicenda che non può passare di certo inosservata e che sembra aver destato l’interesse anche da parte del governo. In tal senso, infatti, sembra che l’esecutivo a guida Draghi sia pronto ad attuare delle misure ad hoc a favore delle giovani coppie che vogliono acquistare una casa. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Superbonus 110% e cessione del credito, occhio alle trappole: cosa c’è da sapere

Mutuo prima casa, importanti cambiamenti in vista: agevolazioni per aiutare i giovani sotto 35 anni

Acquisto prima casa: buone notizie per chi attende l'agevolazione
Acquisto casa (Fonte foto: web)

Il Governo Draghi starebbe pensando all’introduzione di un piano ad hoc, grazie al quale offrire delle importanti agevolazioni a favore dei giovani con meno di 35 anni. In particolare, stando a quanto si evince da Repubblica, il Premier Draghi, durante il discorso alla Camera per presentare il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha fatto sapere che “in un prossimo decreto, di imminente approvazione, sono previsti altre risorse per aiutare i giovani a contrarre un mutuo per acquistare una casa“. In questo modo “sarà possibile non pagare un anticipo, grazie all’introduzione di una garanzia statale“.

Una novità che, se introdotta, consentirebbe a molte giovani coppie di poter finalmente realizzare il sogno di acquistare una casa. Al momento non è ancora chiaro in quale modo lo Stato intenda offrire tale agevolazioni, con l’ipotesi più accreditata che vedrebbe nel Fondo Consob per i mutui prima casa un importante punto di partenza. Quest’ultimo, ricordiamo, si presenta come uno strumento introdotto due anni fa con il decreto Crescita, rifinanziato anche nel corso del 2020.

Come è possibile evincere dal sito del MEF, la garanzia è concessa nella misura massima del 50% della quota capitale in essere sui finanziamenti di acquisto e ristrutturazione e accrescimento dell’efficienza energetica di unità immobiliari, site sul territorio nazionale, da adibire ad abitazione principale del mutuatario“. Tale aiuto, inoltre, è rivolto con priorità a:

  • giovani coppie (dove almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni);
  • nuclei familiari monogenitoriali con figli minori;
  • giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico;
  • conduttori di alloggi di proprietà degli IACP, comunque denominati.

LEGGI ANCHE >>> Ristrutturare casa? Tutti i bonus da richiedere che fanno al caso vostro

Al momento, comunque, non è ancora dato sapere quali saranno i prossimi interventi da parte del governo. Non resta quindi che attendere e scoprire le agevolazioni che verranno rivolte ai giovani che desiderano acquistare la prima casa.