Ha destato particolare interesse la vicenda di un giocatore che dopo essersi aggiudicato un jackpot milionario al casinò online, non si è visto accreditare la somma vinta.

soldi bruciati

A partire dalle spese per la propria alimentazione, passando per i vestiti, fino ad arrivare alle bollette, sono davvero tante le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere mano al portafoglio. Proprio per questo motivo non stupisce il fatto che siano in molti a sperare di riuscire a cambiare la propria vita, grazie ad esempio ad una bella vincita milionaria. A partire da coloro che giocano i numeri al lotto interpretando i sogni attraverso la smorfia, passando per le scommesse sportive, fino ad arrivare al casinò online, d’altronde, abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta.

Come è noto le probabilità di vincita non sono particolarmente alte, eppure il sogno di essere uno dei fortunati vincitori attira inevitabilmente in molti. Lo sa bene un giocatore di casinò online, che dopo essersi aggiudicato un jackpot di 1,7 milioni di sterline ha toccato il cielo con un dito. Le cose, però, non vanno sempre come sperato, con il giocatore in questione che non si è visto accreditare la somma vinta. Una situazione finita in tribunale, portando ad una decisione indubbiamente importante.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto, cosa è successo a chi ha vinto i milioni del Jackpot

Vince il jackpot, ma non incassa un euro: ecco cosa è successo

gioco online

Era il gennaio del 2018 quando il signor Andrew Green ha giocato su una piattaforma di giochi online di Betfred. Una decisione alquanto azzeccata, che ha permesso al fortunato giocatore di aggiudicarsi il jackpot di 1.722.923,54 sterline. Una vincita senz’ombra di dubbio incredibile, a cui però ha fatto seguito una triste scoperta. Quando ha provato a prelevare la sua vincita, infatti, la società di gioco ha respinto la richiesta.

Un operatore di Betfred ha quindi contattato il giocatore, informandolo dell’impossibilità di accreditare la somma vinta per via di un “difetto” della slot. Ma non solo, ha anche spiegato al signor Green come, stando ai Termini e condizioni accettate dallo stesso giocatore, il bookmaker avesse il diritto di annullare tutte le vincite e giocate in caso di problemi tecnici o malfunzionamenti.

LEGGI ANCHE >>> Vince 2 milioni al Superenalotto: i 10 consigli per non perdere la testa

Una vicenda che non si è conclusa di certo qui. Andrew Green, infatti, ha deciso di portare la questione alla High Court di Londra, con il tribunale che ha deciso di dare ragione al giocatore. Il motivo? Alcuni termini e condizioni stabiliti dall’operatore di gioco  “non sono adatti a coprire le circostanze di questo caso in particolare“. Dopo aver trascorso tre anni di “inferno“, come sottolineato dallo stesso signor Green, quest’ultimo potrà finalmente ricevere i soldi della sua vincita. La società di gioco ha quindi fatto sapere che avrebbe “rispettato la decisione del tribunale e non avrebbe presentato ricorso“.