Un numero di telefono per prenotare il vaccino: poi ci rubano i soldi

Una nuova truffa tramite SMS sta allarmando il Nord Italia. Nel testo del messaggio un numero da chiamare, ma non va fatto!

vaccino
vaccino foto adobe

 

Una nuova truffa che sfrutta la paura del coronavirus, che prende in contropiede chi ci casca.

Si stava sviluppando nel nord Italia, varie segnalazioni in Lombardia, dove il protocollo locale prevede che gli anziani bisognosi del vaccino vengano informati con un SMS su data, ora e giorno della distribuzione.

Ed è proprio questa modalità che i truffatori hanno sfruttato per raggirare gli ultra ottantenni in attesa di ricevere la vaccinazione.

Questo il testo esatto che arriva sul cellulare tramite messaggio: “Per info e dettagli su come prenotare il Vaccino AntiCovid over 80 chiama subito il 1240, un assistente personale è a tua disposizione h24 7 gg su 7”. 

Truffa dei vaccini: se vi arriva un messaggio non chiamate il numero sopraindicato

Ha commentato la vicenda l’assessore regionale alla Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione, Riccardo De Corato: “Purtroppo non c’è mai fine alla vigliaccheria dei truffatori. Dopo le truffe sui tamponi e le sanificazioni a domicilio, adesso arriva anche a truffa dell’sms con il finto appuntamento per il vaccino. Vergognoso”.

Ha poi proseguito: “Fortunatamente questa truffa, come evidenzia Ats, è stata già bloccata. Tuttavia, questo ennesimo stratagemma che fa leva sulla paura delle persone per derubarle ci spinge ancora di più a tenere alta l’attenzione e a continuare a mettere in campo misure per contrastare questo genere di reati”.

Conclude poi: “Lo scorso anno la Regione Lombardia ha stanziato, per il biennio 2020-2021, 600.000 euro destinati agli enti locali per la realizzazione di progetti ed iniziative finalizzate ad aumentare la conoscenza di questi pericoli e a prevenirli. Proprio giovedì 11 marzo parteciperò a Corbetta (Milano), che ha beneficiato dei fondi regionali, a una conferenza sul delicato tema delle truffe agli anziani”. “Inoltre, a fine mese, riprenderanno gli spot televisivi di Regione Lombardia andati già in onda nel 2020, con i quali si invitano i cittadini, in particolar modo i più anziani, a non aprire la porta agli sconosciuti e a segnalare ogni situazione sospetta alle Forze dell’ordine”.