1700 euro di infrazione e 10 punti in meno sulla patente. Ecco cosa succede a chi commette questi illeciti in auto

Spostamenti tra Regioni non prestabiliti: a quanto ammonta la multa
Posto di blocco (Fonte foto: web)

È sempre consigliato quando si sta al volante, di assumere comportamenti corretti al fine di non incorrere in sanzioni o contravvenzioni, o situazioni spiacevoli. Ma cosa succede a chi non rispetta le regole? È in arrivo una multa salatissima a tutti quelli che utilizzeranno il telefono, o saranno sorpresi a messaggiare su Whatsapp.

Codice della strada: fino a 10 punti in meno sulla patente e 1700 euro di multa

Avete sentito bene. Ci saranno contravvenzioni salatissime per chiunque utilizzi il dispositivo telefonico mentre si è alla guida. Un’infrazione che molti cittadini commettono più di quanto si pensi. Tra conversazioni telefoniche, messaggi su WhatsApp e visite continue sui social, i più indisciplinati ignorano le conseguenze negative legate a questo malcostume. Chiunque venga sorpreso a compiere un gesto illecito alla guida, Il codice della strada, che regola le misure da prendere  al verificarsi di determinati eventi in automobile, prevede un risarcimento di 1700 euro di multa e 10 punti in meno sulla patente.

LEGGI QUI >>> Patente internazionale: cos’è e come si ottiene

LEGGI QUI >>> Lotto, SuperEnalotto, simbolotto, 10elotto: estrazione completa martedì 9 marzo 2021

Codice della strada: come cambiano le cose

Avete proprio capito bene. Non ci saranno più scuse per gli automobilisti distratti che utilizzeranno smartphone, notebook, tablet e/o altri dispositivi che possano procurare distrazione . Si rischia una maxi multa anche se ci si distrae per pochi istanti mentre si guida. In precedenza, il nostro Codice Della strada prevedeva una multa (da un minimo di 150 euro ad un massimo di 600) per chiunque fosse colto alla guida del suo veicolo a parlare al telefono senza auricolari. Ma non solo una multa! Quest’illecito generava un’ulteriore punizione: ovvero la diminuzione dei punti sulla patente.

L’iter legislativo, modificato ed in corso di approvazione, prevede un innalzamento della soglia pecuniaria: i parametri passano da un minimo di 422 euro fino a un massimo di 1.697 euro. Da prestare attenzione al calo dei punti decurtati. Passeranno da 3 a 5.

Qualora venissero compiute più infrazioni nell’arco di due anni, le sanzioni raddoppiano. Verranno decurtati fino a 10 punti della patente. In determinati casi, le Forze dell’Ordine, possono decidere per un’eventuale sospensione della licenza di guida.