Roma-Milano: in arrivo i nuovi treni Covid free

Fissata per aprile la data di arrivo dei nuovi treni Frecciarossa "Covid-Free" per la tratta Roma-Milano e viceversa

Fissata per aprile la data di arrivo dei nuovi treni Frecciarossa “Covid-Free” per la tratta Roma-Milano e viceversa

prenotazioni trenitalia italo“Un’iniziativa che va nell’ottica della fiducia e del rilancio”. E con queste parole, l’amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato, inaugura la nuova tratta Roma-Milano (Covid-Free), in partenza i primi giorni di aprile 2021 e presto disponibile per altre città italiane.

Come funzioneranno i treni covid? Tutto quello che c’è da sapere

Dal test prima di salire a bordo treno, allo screening del personale ferroviario: molte le regole in arrivo nei nuovi trasporti anti-covid. Per accedere ai nuovi Frecciarossa sarà  necessario effettuare un tampone rapido o nelle ore precedenti al viaggio. Un’azione necessaria sia per i viaggiatori sia per il personale di bordo Trenitalia per garantire tutte le misure necessarie per prevenire il contagio. Ulteriori condizioni di viaggio, verranno rese note il giorno dell’inaugurazione finale. Ma Le sorprese non mancano nel gruppo Ferrovie dello stato.

LEGGI QUI >>> Covid, sale giochi chiuse e boom del business illegale: la fregatura è dietro l’angolo

LEGGI QUI >>> Dove nascono i Gratta e vinci: viaggio nella fabbrica dei sogni

Nasce il nuovo treno sanitario di Trenitalia

Tra le ultime novità introdotte nel gruppo Ferrovie dello Stato a seguito della situazione pandemica in corso, nascono i treni sanitari ed un hub vaccinale obbligatorio:

  • Il treno sanitario è un’iniziativa creata per il trasporto di malati di Covid. Un mezzo dotato di 8 carrozze con 21 posti disponibili.  Le “sedute” prevedranno vari livelli, fino alla terapia intensiva.

L’altra novità introdotta, riguarderà la  stazione Termini di Roma, dove verrà creato un punto vaccinale, che permetterà di vaccinare 1.500 persone al giorno. Già inaugurato da alcuni giorni, è il primo hub ferroviario italiano e dispone di 21 postazioni, due delle quali dedicate alle persone con disabilità.
Questi mezzi saranno i primi a circolare in Europa.