Bonus e fondi non disponibili, occhio alla fregatura: ecco cosa c’è da sapere

Fonte foto: Pixabay

Sono davvero molti i bonus su cui poter fare affidamento. Prima di spendere i vostri soldi, però, vi consigliamo di prestare attenzione ai possibili inconvenienti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Fonte foto: Pixabay

L’ultimo anno è stato caratterizzato, purtroppo, dall’impatto negativo del Covid e anche da una vera e propria pioggia di bonus. Numerosi, infatti, sono gli incentivi proposti dal vecchio esecutivo in modo tale da venire incontro alle esigenze dei soggetti maggiormente colpiti dalla crisi, così come quelli volti a dare un input a determinati acquisti. Ne sono un chiaro esempio il bonus idrico, utile nel caso in cui si decida di ristrutturare il bagno, oppure il bonus auto elettriche, per famiglie con ISEE fino a 30 mila euro.

Tutte misure particolarmente attese, in quanto offrono la possibilità di risparmiare un bel po’ di soldi. Come, purtroppo, spesso accade, però, non è tutto oro quello che luccica è spesso può capitare di dover fare i conti con alcune possibili sorprese alquanto negative. Proprio per questo motivo, a prescindere che si tratti di bonus con o senza ISEE, vi consigliamo di prestare sempre la massima attenzione prima di spendere il vostro denaro. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Superbonus, sconto in fattura o cessione del credito: attenti a questa data

LEGGI ANCHE >>> Superbonus 110% e cessione del credito, occhio alle trappole: cosa c’è da sapere

Bonus e fondi non disponibili, attenti a spendere i vostri soldi: i possibili rischi

Come già detto, sono davvero tanti i bonus messi a disposizioni dal precedente esecutivo. Peccato che non si possa dire la stessa cosa per i fondi, che, in alcuni casi, possono risultare insufficienti. Se tutto questo non bastasse, in seguito al cambio di Governo si potrebbe assistere a degli importanti cambiamenti per quel che concerne la messa a disposizione dei vari incentivi. Soffermandosi sull’esempio del bonus idrico, ad esempio, bisogna sapere che è stato approvato e sarà possibile usufruirne fino al 31/12/2021.

Come si evince dal sito dell’Agenzia delle entrate, però, “Le modalità per ottenere il bonus saranno definite da un decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, da emanarsi entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio 2021“. Questo vuol dire che non sono ancora chiare le modalità di utilizzo di tale agevolazione. Stesso discorso vale per il bonus auto elettriche rivolto alla famiglie con ISEE inferiore ai 30 mila euro.

Una misura senz’ombra di dubbio importante, che resta però in attesa dell’apposita firma del MISE. Ma non solo, i soldi sono sempre disponibili fino ad esaurimento dei fondi e per questo motivo bisogna prestare particolare attenzione anche a questo aspetto. Se da un lato i bonus si rivelano essere un valido aiuto, quindi, dall’altro canto bisogna stare attenti ai possibili intoppi. Proprio per questo motivo, prima di spendere i vostri soldi, è meglio accertarsi che siano davvero disponibili.