Due nuove truffe svuota conto su WhatsApp: meglio prevenirle che curarle

Sarebbero due le nuove truffe che girano su Whatsapp per prosciugare i conti correnti degli utenti che abboccano al tranello.

Abbandonare WhatsApp per altre app, si può? Sempre se conviene

Non si fermano i tentativi di truffe perpetrati dai “furbacchioni” dello scamming online. Girerebbero infatti in questi giorni due nuovi tentativi per prosciugare i conti correnti degli utenti che abboccano al tranello.

Il primo tentativo di truffa tramite messaggio sarebbe ricollegato al colosso delle vendite online Amazon: alcuni utenti infatti si sarebbero visti recapitare dei messaggi di alcuni giveaway con scontistiche esagerate o addirittura regali su prodotti venduti dal colosso americano.

Chi conosce e segue bene anche la storia di Amazon saprà che la sua fondazione da parte del multimiliardario Jeff Bezos risale al 1994 … quindi si può già capire che i 30 anni non sono ancora arrivati.

Oltretutto la stessa azienda ha ufficialmente dichiarato di non aver messo in giro nessuna promozione relativa a prodotti in regalo o in sconto.

La dinamica poi della truffa avviene rapidamente: il link che viene aperto invita l’utente ha pagare una somma irrisoria per vedersi recapitare il regalo a casa, ma questo è il trucco per vedersi poi il conto prosciugato.

Truffe Whatsapp, incetta di tentativi di ladri online: due nuove modalità

Non è però finita qui! Un’ennesima truffa infatti gira in questi giorni, cercando utenti ignari da spennare. Si tratta della truffa a sei cifre.

La truffa è mirata ad un determinato target: coloro che con il cambio di telefono cellulare devono installare nuovamente Whatsapp sul nuovo telefono. Successivamente, come per prassi, il sistema del social invia un messaggio a sei cifre per confermare l’identità del possessore e se risultiamo effettivamente noi ci fa accedere.

In questo caso il truffatore invierà un messaggio che dice: “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?”.

Questa modalità porta chi cade nel tranello ad inviare di rimando il codice. A quel punto il truffatore tenterà di installare il nostro Whatsapp sul suo telefono cellulare con il codice a 6 cifre di identificazione da noi inviato.

Se riuscirà potrà utilizzare la nostra identità per qualsiasi scopo.

In caso comunque venga rubato il nostro contatto Whatsapp, è possibile recuperarlo tramite le informazioni date sul sito ufficiale dell’app.